Carrello 0
Zinco e pietra per la chiesa di San Josemaría Escrivá a Santa Fe
ARCHITETTURA

Zinco e pietra per la chiesa di San Josemaría Escrivá a Santa Fe

di Rossella Calabrese

Il progetto è firmato Sordo Madaleno Arquitectos

25/05/2011 – Una pelle a scaglie, in zinco e pietra, riveste la nuova chiesa di San Josemaría Escrivá Balaguer a Santa Fe (Messico).
Progettato dai messicani Sordo Madaleno Arquitectos, l’edificio è stato realizzato in un contesto urbano di recente sviluppo, su un sito precedentemente utilizzato come discarica pubblica.
 
“La sfida è partita da qui, spiegano i progettisti: analizzando la meccanica di questi terreni ci siamo imbattuti in un’area con scarsa capacità di carico, quindi nella progettazione della fondazione abbiamo introdotto dei piloni circolari come supporto per le colonne, ed un basamento disegnato come fosse un piano ammezzato. Abbiamo iniziato a sviluppare il concept architettonico iscrivendo nella ripetizione di 7 rettangoli aurei due curve, a creare la figura di un pesce, che nella tradizione iconografica cristiana è simbolo di Gesù Cristo”.
 
Le “squame” delle facciate esterne assecondano il movimento delle pareti e creano una texture cangiante di luci e ombre. Per il rivestimento interno la pelle di zinco (che permette inoltre di isolare acusticamente la struttura) è associata a doghe di legno nobile, materiale duttile, in grado di adattarsi alle forme curve delle pareti, ma anche capace di generare un’atmosfera calda e accogliente.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati