Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
AZIENDE

Gruppo Manni HP chiude l’anno in positivo, ora si punta sul fotovoltaico

Presentati i risultati di bilancio al 31/12/2010 e le novità inerenti l’impresa presieduta da Giuseppe Manni

Commenti 2877
31/05/2011 - Con il 2010 si è invertito il trend negativo per il Gruppo Manni, che è pronto ad affrontare nuove sfide con successo: è quanto si evince dalle dichiarazioni provenienti dall’Assemblea Ordinaria del Gruppo Manni HP che si è svolta il 27 maggio a Castel d’Azzano (VR), con la presentazione dei risultati di bilancio e delle novità 2011.
 
È diventata ormai consuetudine per il Gruppo Manni “aprire” i propri risultati a tutti i portatori di interesse verso l’impresa all’insegna della massima trasparenza e nello spirito di ottenerne il  maggior coinvolgimento. Oltre alla crescita che ha caratterizzato l’anno 2010, a riscuotere consensi è stata in modo particolare la presentazione di Manni Energy, la società con cui il Gruppo è entrato ufficialmente nel business nel fotovoltaico.
 
CONTESTO ECONOMICO
Se l’economia mondiale nel 2010 ha segnato l’uscita della grande crisi cui era precipitata nel 2009, anche l’Italia, sia pure con indici di crescita ridotti rispetto la media europea, ha iniziato il cammino di recupero non senza mettere in evidenza le criticità di alcuni settori rispetto ad altri.
 
I settori di maggior consumo di acciaio, le costruzioni e la meccanica, di particolare interesse per il Gruppo Manni hanno avuto il seguente andamento in Italia:
 
Le costruzioni: timidi i segnali di ripresa, più bassi che nel resto d’Europa
Dal 2007 (anno con i risultati migliori), le costruzioni a nuovo comprese quelle del settore pubblico, sono crollate ad oggi di ca. il 30%. Mentre ci sono segni di lieve miglioramento pari a 0,5% anno per interventi di recupero del patrimonio, complessivamente tale settore ha un andamento peggiore di quello europeo a causa dell’eccessivo invenduto nel civile, del ritardo o cancellazione di opere pubbliche e della crisi generale del manifatturiero.
 
La meccanica: risultati in crescita, in linea con gli altri Paesi Europei
Nella meccanica si sono avuto migliori risultati e prospettive, analogamente con quanto si rileva a livello europeo anche se, va rilevato, la forte caduta nel 2009 rispetto il 2008. Da un recente convegno internazionale sul tema “TORNATI ALLA NORMALITA’? L’acciaio dopo la recessione e la crisi finanziaria” si riportano indicazioni chiaro-scure per il futuro di queste attività. Poiché gli anni di riferimento migliori 2007/2008 sarebbero stati eccezionali e “anormali” il ritorno alla “normalità” avverrebbe a piccoli passi sino a stabilizzarsi tra il 2013-2015, senza peraltro raggiungere mai i livelli degli anni 2007-2008.
 
Le prospettive di crescita del Gruppo Manni sono perciò in parte slegate dall’andamento dei consumi e rivolte al successo di prodotti nuovi di nicchia, di qualità e di elevato contenuto tecnologico, allo sviluppo di servizi a maggiore valore aggiunto e all’apertura di nuovi mercati esteri. Tutte queste opzioni sono allo stato, in avanzata fase di sperimentazione.
 
 
GLI INTERVENTI
In questo scenario il Gruppo Manni ha fatto leva sulla consolidata attenzione nel creare valore per gli stakeholders a cominciare dai clienti e dai collaboratori considerate da sempre figure centrali dell’impegno dell’azienda.
 
Giuseppe Manni, Presidente del Gruppo Manni
L’occasione è stata propizia per il Presidente per richiamare l’attenzione dei numerosi rappresentanti di acciaierie ad un maggiore impegno verso il comune obiettivo: favorire il consumo dell’acciaio.
 
Francesco Manni, Vice Presidente del Gruppo Manni
Il Dott. Francesco Manni ha parlato dell’andamento delle singole società del Gruppo che hanno concluso l’esercizio tutte in territorio positivo, nonostante la caduta della domanda e l’accentuata competizione.
 
Enrico Frizzera, Amministratore Delegato del Gruppo
Il dott. Enrico Frizzera, Amministratore Delegato del Gruppo , si è invece soffermato a spiegare come l’impresa si è organizzata per la gestione di tutti i rischi aziendali. Ha confermato l’impegno aziendale al mantenimento e alla valorizzazione dei dipendenti. Il calo di 1/3 della domanda avrebbe indotto a sacrificare un numero significativo di dipendenti che, invece, si è voluto mantenere pressoché costante anche per “riaffermare l’apertura ad una visione socialmente responsabile dell’impresa in tutti i suoi comportamenti”. Ha inoltre concluso con il bilancio sociale o meglio, con l’elencazione dei valori che caratterizzano nel concreto il “volto sociale dell’impresa”. Ha ricordato il Premio ricevuto nel 2010 Confindustria Verona “Impresa verso la Responsabilità Sociale”.
 
Dopo i numerosi interventi della platea, l’assemblea si è conclusa con un momento conviviale.
 
 
IL GRUPPO MANNI OGGI
 
Il business
Il Gruppo Manni HP svolge attività industriali nel campo siderurgico e nei business degli elementi prelavorati in acciaio, componenti e sistemi strutturali per costruzioni ed impianti di diversi settori. Gruppo Manni significa anche: produzione di pannelli metallici isolanti per coperture e pareti, destinati alle costruzioni sia civili che industriali; realizzazione di impianti fotovoltaici chiavi in mano.
 
I numeri di una vera leadership
24 centri di produzione, servizi e distribuzione.
+ di 500.000 tonnellate all’anno di prodotti siderurgici lavorati e distribuiti
+ di 14.000.000 di mq/anno di pannelli metallici isolanti prodotti e distribuiti in Italia e all’estero
+ di 900 dipendenti
+ 500.000.000 di Euro di fatturato annuale raggiunto
+ di 10.000 clienti
 
La distribuzione geografi ca
La visione strategica con cui si sviluppa l’attività, prevede un’articolata distribuzione geografica nazionale ed internazionale.


GRUPPO MANNI HP su Edilportale.com


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui