Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
NORMATIVA

Soa, il Decreto Sviluppo proroga il regime transitorio

di Paola Mammarella

Fino al 31 dicembre 2013 la dimostrazione agevolata dei requisiti per la qualificazione, si attende ora la conversione in legge

Vedi Aggiornamento del 11/07/2012
Commenti 11437
26/05/2011 – Prorogato al 31 dicembre 2013 il regime transitorio per la qualificazione Soa. È una delle proposte, contenuta nel Decreto Sviluppo, per la modifica del Codice Appalti.
 
Fino al 31 dicembre 2013 si potranno dimostrare la cifra di affari realizzata con lavori svolti mediante attività diretta e indiretta, l'adeguata dotazione di attrezzature tecniche e l'adeguato organico medio annuo riferendosi ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la Soa per il conseguimento della qualificazione.


Analogamente potrà essere dimostrata la capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria, prendendo come riferimento il periodo di attività relativo ai migliori tre anni del quinquennio precedente o ai migliori cinque anni del decennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara.


Entro lo stesso termine, per la dimostrazione dei lavori realizzati in ciascuna categoria, ma anche dell'esecuzione di un singolo lavoro o di due o tre lavori in ogni singola categoria, saranno presi in considerazione i lavori realizzati nel decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la Soa per il conseguimento della qualificazione.  
 
Allo scadere dei termini previsti dalla proroga, le imprese che intendono conseguire la qualificazione per la realizzazione di lavori pubblici dovranno rifarsi ai tre anni precedenti.


È inoltre spostata al 31 dicembre 2011 la verifica delle attestazioni Soa rilasciate dal primo marzo 2010 fino all’entrata in vigore del Codice Appalti. Per questo periodo, il decreto sospende le sanzioni previste per inerzia, irregolarità, illegittimità, o illegalità commesse dalle Soa.
 
Nei mesi scorsi il termine del regime transitorio per la qualificazione delle imprese che intendono partecipare alle gare per l’affidamento dei lavori pubblici è stato affrontato da diversi testi di legge.
 
Nel dicembre scorso il decreto “Milleproroghe” ha spostato al 31 marzo 2011 la deadline, che altrimenti sarebbe scaduta a fine 2010. Durante la conversione, era già stata maturata la proposta di slittamento al 31 dicembre 2013, bocciata però dal Senato.
 
Il processo si è concluso a marzo, quando un dpcm inerente al Ministero delle Infrastrutture ha ulteriormente posticipato la fine del regime transitorio al 31 dicembre 2011.
 
Per conoscere l’evoluzione del sistema di qualificazione Soa si dovrà quindi attendere la fase della conversione in legge.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa