Carrello 0
PROFESSIONE

Cnappc: ‘giovani fondamentali per rilancio architettura’

Commenti 5044

I sistemi di selezione basati su parametri quantitativi penalizzano i giovani professionisti

Vedi Aggiornamento del 11/07/2011
Commenti 5044
02/05/2011 - “L’entusiasmo dei giovani architetti italiani è fondamentale per il rilancio della nostra professione. Tra le priorità del nuovo Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), vi è infatti quella del rilancio dell’architettura - al centro dei processi di trasformazione del territorio - attraverso la creazione di nuove opportunità di lavoro per i giovani che, pur in grado di garantire prestazioni professionali di qualità, oggi rimangono ai margini del  mercato”.

Lo ha sottolineato l’architetto Rino La Mendola, vicepresidente del Consiglio Nazionale e Presidente del Dipartimento Lavori Pubblici, intervenendo al secondo Congresso Nazionale del GiArch, Coordinamento dei Giovani Architetti italiani, network di giovani professionisti organizzati in autonome e indipendenti consulte e associazioni presenti su tutto il territorio nazionale, svoltosi la scorsa settimana a Catania con il patrocinio dello stesso Consiglio Nazionale.

Per La Mendola, “sistemi di selezione basati su parametri quantitativi come la valutazione del fatturato del professionista e del ribasso dell’onorario - che, dopo l’abbattimento dei minimi tariffari, raggiunge percentuali altissime violando la stessa qualità delle prestazioni professionali oltre che la dignità di quei professionisti - rappresentano gravi penalizzazioni soprattutto per i giovani, contro le quali si battono tutti gli architetti italiani”.

Proprio per favorire i giovani architetti, il Consiglio Nazionale sta promuovendo la legge per l’architettura che ha tra le sue finalità quelle di ridare - nel nostro Paese - centralità alla progettazione, rendere trasparente il mercato, ma, innanzitutto, aprirlo ai giovani professionisti.

Tra le altre iniziative del Consiglio Nazionale vi è poi la proposta al Ministero dei Beni Culturali della creazione dei Quaderni della giovane architettura che costituiscano curriculum per l’accesso a Concorsi e Gare. Anche su questi temi, il Consiglio Nazionale è pronto ad accogliere il contributo del giovani architetti italiani per realizzare un percorso comune sulle problematiche culturali e professionali dell’architettura.
 
 
Fonte: Ufficio stampa CNAPPC
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Sblocca Cantieri e Decreto Crescita, cosa ne pensi? Leggi i risultati