Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Valle d’Aosta, dal 20 luglio edifici certificati ‘Beauclimat’

di Rossella Calabrese
Commenti 7371

Approvato il sistema di certificazione energetica regionale

Vedi Aggiornamento del 22/02/2013
Commenti 7371
20/05/2011 - Con la Delibera 1062/2011, la Regione Valle d’Aosta ha approvato le modalità di funzionamento e gestione del sistema di certificazione energetica regionale “Beauclimat” che entrerà in vigore il 20 luglio 2011.
 
La Delibera, che attua la legge regionale 21/2008 in materia di rendimento energetico nell’edilizia, definisce la denominazione e il logo del sistema di certificazione energetica degli edifici regionali e  i modelli di attestato di certificazione energetica e di targa energetica.
 
L’attestato di certificazione energetica (ACE) dovrà essere prodotto per tutti gli edifici di nuova costruzione (richiesta di permesso di costruire presentata dopo il 20 luglio 2011), interessati da totale demolizione e ricostruzione o sottoposti a ristrutturazione edilizia ai sensi della Lr 11/1998. In tali casi il certificatore energetico dovrà essere nominato entro la data di inizio lavori e l’ACE consegnato in Comune ai fini dell’ottenimento del certificato di agibilità.
 
L’ACE dovrà essere prodotto, a cura del venditore, anche nei casi di compravendita di un intero edificio o di singole unità immobiliari e messo a disposizione dell'acquirente. Nei contratti andrà inserita apposita clausola con la quale l’acquirente dà atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certificazione energetica dell’immobile. Nelle compravendite di edifici di nuova costruzione, per i quali non sia stata ancora presentata la richiesta di agibilità, non è necessario produrre l’ACE, che dovrà invece essere redatto ai fini dell’ottenimento dell’agibilità.
 
Tutti gli edifici di proprietà pubblica dovranno essere dotati di ACE entro il 31 dicembre 2012. Sono esclusi dall’obbligo di ACE: gli edifici residenziali isolati inferiori a 50 mq; i fabbricati industriali, artigianali ed agricoli non residenziali; i locali non dotati di un sistema di climatizzazione invernale.
 
L’ACE deve essere redatto da un certificatore energetico iscritto nell’apposito elenco regionale e deve essere conforme ai modelli riportati nell’allegato B alla Delibera 1062/2011.
 
La Regione, in collaborazione con il COA energia, gestirà il “Portale Energia” dedicato alle procedure in materia di certificazione energetica degli edifici, l’implementazione del catasto energetico e l’elaborazione statistica dei dati.
 
Qualche mese fa, con la Delibera 3629/2010, sono state approvate le metodologie per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici e sono stati forniti gli indicatori climatici e ulteriori definizioni integrative rispetto a quelle già riportate nell’Allegato A della precedente Delibera 3014/2009 (leggi tutto).
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa