Carrello 0
AZIENDE

Chiarezza sugli incentivi con il pacchetto ‘chiavi in mano’ Manni Energy

Commenti 3727

Commenti 3727
08/06/2011 - Il nuovo conto energia privilegia i piccoli impianti realizzati su edifici che usufruiranno di agevolazioni più elevate. Il periodo di incentivazione parte dal 2011 fino al 2016 con una riduzione progressiva. Tali riduzioni saranno compensate da un graduale riduzione dei costi dell’impianto.  Gli stessi incentivi potranno beneficiare di premi aggiuntivi in particolare per l’utilizzo di prodotti europei o smaltimento di coperture in amianto
 
Il testo del 4° Conto Energia è completato ed ora sono finalmente chiari gli incentivi fissati per i il fotovoltaico.
 
Quali sono le novità più importanti del Decreto e la soluzione proposta da Mannienergy  - la società del Gruppo Manni dedicata a progettazione ed installazione di  impianti fotovoltaici “chiavi in mano”?
 
Più vantaggi per i piccoli impianti
Il nuovo conto energia supporta bene gli impianti di piccola taglia. E’ stato fissato il limite di 1 MW su tetti, sotto il quale non è necessaria l’iscrizione nel registro “grandi impianti” e non c’è limite di potenza incentivabile.
 
Chi prima arriva, più guadagna
Il Governo ha previsto fino a maggio 2011 il mantenimento del Terzo conto energia, con un calo graduale delle tariffe nel corso dell’anno che tocca punte del 20% a dicembre 2011. Quindi nel 2012 ci sarà un ulteriore abbassamento del 6% a inizio anno. Dal 2013 si cambia regime, viene adottato il modello tedesco che prevede una tariffa onnicomprensiva, che si rimodula poi a seconda delle richieste del mercato.
 
Conviene anche se gli incentivi sono più bassi
La riduzione delle tariffe incentivanti ha indotto i produttori, sopratutto di moduli, ad abbassare i costi. Questo unito ad una maggior efficienza del processo di realizzazione dell'impianto, fa si che la resa dell'investimento si mantenga su valori più che soddisfacenti.
Questo trend continuerà fino al raggiungimento della grid parity, ossia  momento in cui il costo dell'energia fotovoltaica sarà  minore o uguale al costo dell'energia dalla rete.
 
Incentivi incrementati per chi sostituisce anche il tetto in amianto
Il Decreto Legge  prevede premi aggiuntivi per gli impianti installati in sostituzione di coperture in eternit. Il premio del 10% previsto nella bozza verrebbe trasformato  in 5 cent di Euro/kWh (quindi più vantaggioso rispetto al precedente D.L.)
 
Ulteriore agevolazione per l’acquisto di pannelli made in Europa
Viene introdotto un ulteriore premio del 10% per chi prodotti la cui produzione sia riconducibile per non meno del 60% all'interno della Unione Europea.
 
 
La proposta Mannienergy:
Specializzata nel segmento Retail, Mannienergy supporta il cliente privato con un vero “chiavi in mano”: dall’iter autorizzativo al sopralluogo tecnico, all’installazione, connessione, finanziamento, fino all’ottenimento della tariffa incentivante.
L’impegno volto ad offrire un servizio di elevata qualità e le massime garanzie al committente finale ha condotto Mannienergy a scegliere produttori europei di primario livello per la fornitura dei componenti principali di un impianto fotovoltaico. Scegliere tali pannelli garantisce quindi .il raggiungimento del premio aggiuntivo previsto dal D.L.
 
Oltre alla progettazione di un impianto ex-novo, Mannienergy si occupa della sostituzione della vecchia copertura in amianto, prevedendone la rimozione, lo smaltimento ed il rifacimento della nuova copertura. Mannienergy mette a disposizione l’intera gamma di pannelli sandwich isolanti Isopan (altra società del Gruppo Manni) per realizzare la nuova copertura del tetto, che verrà integrata con impianto FV. Questo tipo di intervento gode dell’incentivo accresciuto previsto dal nuovo decreto.

GRUPPO MANNI HP su Edilportale.com


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui