Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
AZIENDE

CTE alla fiera GIS di Piacenza

Commenti 2191
10/06/2011 - È terminata domenica 29 Maggio la 3° edizione del GIS  - Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali. Insieme ad altre 90 aziende, CTE SpA ha partecipato a questa importante esposizione del settore del sollevamento con molto entusiasmo, anche in ambito formativo e convegnistico.
La cospicua presenza in fiera di IPAF - International Powered Access Federation, la maggiore autorità in materia di accesso aereo – ha fatto sì che alcune delle piattaforme in mostra presso l’area demo della Federazione fossero proprio di CTE, presente comunque in un proprio stand con un nutrito numero di mezzi esposti.
Presso l’area demo di IPAF sono state presentate e movimentate la piattaforma autocarrata B-Lift 20.13 Multipurpose, fresca di premio IAPA AWARDS 2011 conferito ad Amsterdam lo scorso aprile (miglior prodotto dell’anno nella categoria autocarrate), la piattaforma semovente elettrica Power Tower Nano SP, caratterizzata da peso ed ingombro ridotto sia per esigenze di trasporto che di cantiere, e la piattaforma semovente verticale Genie GS 2032, adatta a quei lavori che richiedono grande capacità di carico ed un’ampia piattaforma di lavoro.
Presso lo stand CTE sono state esposte le seguenti piattaforme: i ragni semoventi cingolati TRACCESS 170 E (versione elettrica con batteria al litio) e TRACCESS 230, la piattaforma autocarrata articolata ZED 20 CH con braccio a “Z” e stabilizzazione ad “H” (sistema di stabilizzazione, attivabile in un unico movimento, brevettato da CTE), la maestosa B-Lift 510, tra le piattaforme autocarrate più alte esposte in fiera (51 metri di altezza di lavoro), caratterizzata da design minimale e tecnologia di ultimissima generazione e le tre GENIE sollevatore telescopico telehandler GTH 3007, semovente verticale GS 2646 e semovente girevole articolato Z 51.
 
L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE: GRANDE VISIBILITÀ ANCHE IN FIERA
Sabato 28 maggio, a cura di CTE ed IPAF, è stato organizzato un corso di formazione al quale hanno partecipato alcuni operatori di aziende specializzate in potature, pitture edili e lavori di lattoneria. Il corso consisteva in prove pratiche di utilizzo delle piattaforme di lavoro mobili ed elevabili in sicurezza secondo lo standard IPAF. Tutti i partecipanti hanno superato l’esame di teoria ed hanno effettuato le prove pratiche previste nello stand esterno IPAF utilizzando la B-Lift 20.13 Multipurpose. A conclusione del corso, ogni partecipante ha effettuato i test di esame, superati brillantemente, ottenendo così la carta PAL (Powered Access Licence) che attesta la qualifica a operatori di piattaforme di lavoro mobili elevabili. La formazione degli operatori faceva parte delle iniziative ed eventi organizzati da IPAF per il miglioramento della sicurezza nel lavoro in quota e la promozione delle piattaforme di lavoro mobili elevabili. CTE, che condivide pienamente gli scopi e gli obiettivi di IPAF, ha dato la piena disponibilità dei propri istruttori per la promozione della formazione degli operatori di PLE che verrà ripetuta anche in future manifestazioni fieristiche.
 
IL CONVEGNO SULLE RECENTI NOVITA’ LEGISLATIVE
Interessante momento è stato infine quello che ha visto Mauro Potrich (Responsabile Qualità e Sicurezza di CTE SpA e Presidente del Comitato Formazione IPAF Italia), uno dei massimi esperti del nostro mercato nel settore della sicurezza, affrontare la tematica della manutenzione, del controllo e della nuova disciplina delle verifiche periodiche delle piattaforme di lavoro elevabili all’interno del seminario IPAF-ANFIA-ACAI-ASSONOLO “Nuove Tecnologie e Normative riguardanti le Piattaforme di lavoro mobili elevabili e autosollevanti”. Al centro del dibattito il tanto atteso Decreto sulle verifiche periodiche (“11 aprile 2011”) che è divenuto il tema di una coinvolgente Tavola Rotonda con le istituzioni locali.
Approfondimento: il Decreto “11 aprile 2011” si pone l’obbiettivo di rendere obbligatorie le verifiche periodiche su tutte quelle attrezzature presenti sul luogo di lavoro per le quali sono previste, nonché i criteri per l’abilitazione dei soggetti pubblici o privati allo svolgimento di tali verifiche. Ad oggi la percentuale delle macchine sottoposte a verifiche periodiche è piuttosto bassa. Il Decreto inoltre individua anche le condizioni in presenza delle quali l'INAIL e le ASL possono avvalersi del supporto di soggetti pubblici o privati abilitati per lo svolgimento delle sopra indicate verifiche.
In fiera sono dunque emersi aspetti tecnici e innovativi trattati seguendo il filo conduttore del miglioramento della sicurezza: in questo ambito CTE è da sempre attenta a porsi in prima linea sull’operare in sicurezza e nel rispetto delle norme.


CTE su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa