Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, come si redige l’APE
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, come si redige l’APE
NORMATIVA

Decreto sviluppo, da martedì soglie più alte per gli appalti

di Paola Mammarella

Dopo l’approvazione di una serie di emendamenti in ambito di contratti pubblici, attesa per lunedì mattina la questione di fiducia

Vedi Aggiornamento del 04/04/2012
Commenti 14493
17/06/2011 – È alla resa dei conti il Decreto sviluppo. Martedì prossimo, fanno sapere dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio, è previsto il voto finale. Lunedì mattina potrebbe inoltre essere posta la questione di fiducia.
 
Grande attesa per l’evoluzione del panorama degli appalti. Le Commissioni hanno infatti approvato una serie di emendamenti, ce in molti casi sono stati salutati con favore.
 
Durc
Nei contratti di forniture e servizi fino a 20 mila euro stipulati con la Pubblica Amministrazione, i contraenti possono presentare una autocertificazione in sostituzione del Documento unico di regolarità contributiva.
 
Soglie Appalti
Raddoppia a 40 mila euro la soglia per l’affidamento di servizi o forniture con cottimo fiduciario. Deve essere comunque garantito il rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento consultando almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi predisposti dalla stazione appaltante.
 
In caso di  servizi o forniture di importo inferiore, è possibile l’affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento.
 
È stato invece bocciato il tentativo della Lega Nord, che aveva proposto di elevare a 193 mila euro la soglia per l’affidamento senza gara dei servizi di progettazione.
 
Dimostrazione dei requisiti di idoneità
Accolto con favore dall’Oice l’emendamento che eleva da 3 a 5 anni il periodo a disposizione delle nuove società di ingegneria per dimostrare il possesso dei requisiti necessari per la partecipazione a una gara di appalto. La nuova disposizione faciliterebbe l’accesso al mercato delle imprese appena costituite.
 
È stata inoltre cancellata la disposizione che esclude dall’affidamento delle gare le imprese che non sono in regola con il diritto al lavoro dei disabili.
 
Criteri di aggiudicazione
Nel caso in cui la gara venga aggiudicata col criterio del prezzo più basso, saranno automaticamente escluse le offerte anomale fino alla soglia comunitaria, fissata a 193 mila euro. Fino ad ora è stato sempre preso in considerazione il limite di 100 mila euro.
 
Allo stesso tempo, non può essere oggetto di ribassi il costo del lavoro. L’offerta dovrà infatti essere valutata al netto delle spese per il costo del personale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Romano

Gare economicamente svantaggiose... altro che. Partecipo incessantemente a gare con quel meccanismo perverso che solo una mente distorta poteva partorire..il politicante italiano.Una delle ultime gare alle quali ho partecipato è in un comune della Basilicata. Aggiudicazione provvisoria, guarda un pò...a un RTP locale, che secondo legge non ha i requisiti....tipo " titolo per progettare fognature, direzione lavori e coordinamento sicurezza in fase di esecuzione espletate da professionisti diversi.Il D.L. ha i requisiti per espletare il CSE, anche perchè in fase di gara ha dichiarato di possederne il titolo.Nelle osservazioni sollevate si è fatto riferimento a pareri dell'autorità dei lavori pubblici e a sentenza del Consiglio di Stato. Insieme alle precedenti osservazioni sono stati sollevati altri rilievi palesemente contrastanti con la legge. Neanche per il cavolo. Hanno respinto le osservazioni. Non Ti resta che fare ricorso al TAR per la modica cifra di minimo 7000/8000 euro se tutto va bene. Tutto questo accade perchè i componenti la commissione, interna, non rispondono personalmente. L'azione legale è a spese dell'amministrazione comunale.... cioè dei cittadini...comodo vero!!???. Questa è una delle tantissime situazioni in cui mi sono imbattuto...non ultima come quando Ti senti rispondere dal presidente della commissione.....FACCIA RICORSO. LlE GARE DOVREBBERO SEGUIRE DUE STRADE: SORTEGGIO E TAGLIO DELLE ALI. SOLO COSI' SI POTREBBERO EVITARE I POSSIBILI FAVORITISMI.

thumb profile
paolo

in valle d'aosta il 95% delle gare sono svolte con il criterio dell'economicamente piu' vantaggiose .Ora visto che il 98% delle stesse vengono aggiudicate ad imprese valdostane,mi chiedo possibile che sia solo bravura delle imprese o pensar male è peccato ma spesso ci si azzecca come diceva il buon Andreotti ?

thumb profile
Roberto

Un'altra mega ... italiana hanno partorito i nostri politici. Già dimenticavo siamo in crisi ed i parenti dei politici lavorano poco ecco quindi l'invenzione di togliere le gare di appalto sotto una certa cifra. Quindi il lavoro andra di pari passo sempre con le stesse cifrette e poi a me vogliono fare il culo perche sono autonomo e quindi devo pagare di tutto e di più. Poi non ho capito bene se solo per i lavori pubblici va bene l'autocertificazione al posto del DURC o anche nei privati? Visto che devo fare un piccolo lavoretto su una facciata di una villetta e sono 50 giorni e già 2 richieste avviate ma il DURC non si vede. Ma dico io e mai possibile che in italia se vuoi fare le cose oneste non e possibile, ma e mai possibile che io che faccio un lavoro autonomo e non chido lavoro ma me lo vado a cercare da solo, sono io che combatto con la gente per avere i soldi che mi spettano e io con quello che guadagno e quello che pago non riesco a mettere il piatto a tavola? Mi stanno mangiando vivo e non so più cosa fare mi e rimasto solo di chiudere ed andare a finire in mezzo ad una strada io mia moglie e due figli piccoli dopo tutto quello che ho dato allo stato. in italia per aggiustare le cose ci vuole la pena di morte e chi fa politica deve essere una persona casta e pura non come questi papponi pieni di precedenti penali e poi abbassare gli stipendi fino ad un massimo di 2500 mensili senza auto e senza portaborse. Oppure facciamo la RIVOLUZIONE

thumb profile
architetto

ancora una volta, in Europa si va in una direzione, con tutte le difficoltà, comunque comprensibile e tutto sommato chiara (trasparenza, concorrenza, efficenza, miglioramento ambientale, leggi efficienza energetica e tutto ciò che ne discende), in Italia invece, senza tradire la nostra storia, dalla Lombardia alla Sicilia, pressochè ogni atto legislativo e amministrativo, va nel senso contrario. O comunque tende ad ANNULLARE le direttive europee ed a svuotarle di contenuto. Ciò che in Europa (quindi nei paesi nostri competitors) viene tradotto in azioni incisive e pragmatiche, da noi si rivela sempre un pantano. Un pantano che vede la politica incompetente fare affari e scambi di favori con le grosse corporazionie lobby affaristiche, che spesso hanno i loro diretti rappresentanti tra i legislatori.L'esempio della certificazione energetica è lampante: da noi nell'80% die casi (nella pratica) è un pezzo di carta a causa delle regioni italiane che sembrano paesi africani. Non hanno istituito i catasti perchè poi dovrebbero costringere i costruttori locali a costruire in maniera più efficiente, mentre adesso si costruisce come 50 anni fa. Andate a vedere i cantieri fuori dalle 4-5 regioni un pò più avanzate (sempre relativamente alla media italiana). Si tirano su case alla meno peggio, con manovalanze nel 90% dei casi in nero, con materiali scadenti, con progettazioni abbozzate, e così via. Tutti gli atti legislativi di questo decreto sviluppo, tendono ad un fine neanche tanto celato: favorire gli amici. Come si fa a innalzare a 40.000 euro la soglia sotto la quale un RUP può affidare i lavori, DI FATTO a chi chi pare? In un paese corrotto come l'Italia, dove -di nuovo- dalla Lombardia alla Sicilia non si posa un mattone senza che ci sia la mazzetta o che venga favorito l'amico dell'amico, questo significa massacrare i giovani ed impedire di entrare nel mercato professionale proprio grazie a piccoli lavori, vedremo che praticamente questo decreto sviluppo potrebbe essere tradotto con "discrezionalità totale della politica ad assegnare lavori a chi pare", oppure "Decreto parenti e amici". E' iniziata la corsa dell'attuale maggioranza alla ricerca del consenso perduto. E come avviene sempre in questi casi, i provvedimenti sono volti a favorire le lobbies più potenti, sperando nel fatto che possano portare più voti e consensi. L'Italia è un paese corrotto, inefficienze e affaristico fino alle ossa. Senza questa consapevolezza, ci si illude solamente.

thumb profile
TOMASSO dott.ssa GRAZIA

approvo la nuova soglia, perchè garantisce maggiore speditezza nel settore. L'importante è applicarla sempre con onestà. Auspico una semplificazione per quanto riguarda il recente obbligo di rintracciabilità dei flussi: ma perchè non possono essere interfacciate le banche dati dell'anagrafe tributaria e quella dell'AVCP? perchè farci fare il lavoro due volte? basterebbe implementare uno dei due sistemi.

thumb profile
Pietro Delle Cave

Condivido la proposta di Maria Lucia Allerta per l'assegnazione delle gare con il sorteggio.

thumb profile
RAFFAELE

Il problema siamo noi italiani e i nostri politici di qualsiasi colore sono, si lotta contro il potere per il potere, non per fare un piacere a noi cittadini, quindi smettiamo di sognare ad occhi aperti l'Italia che non cè, nel nostro DNA manca il senso dell'onestà e della moralità, finchè ciò non farà parte della nostra cultura, qualsiasi legge non sarà mai applicata con vera giustizia e correttamente.

thumb profile
maria lucia Allerta

il governo dovrebbe fare le gare solo a sorteggio, prefissando il ribasso (ad es. entro il 10%).Le gare economicamente vantaggiose sono svantaggiose per i concorrenti che spendono molto in progettazione( uno spreco inammissibile oggi) e vedono sempre l'aggiudicazione fatta con criteri discrezionali e non obiettivi. Le gare al max ribasso arrivano a ribassi eccessivi e raramente le amministrazioni escludono le anomale.

thumb profile
francesco

La cosa migliore da fare sarebbe stata l'abolizione del criterio di affidamento delle gare di lavori e forniture con il sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Grazie a questo sistema con la discrezionalità delle commissioni giudicanti si possono affidare gli appalti a chi si vuole.

thumb profile
Arch. Enrico Frison

Lo sviluppo si concretizza solo se si attua una "vera" e propria semplificazione delle procedure con conseguente e drastica riduzione dell'enorme potere discrezionale in capo ai responsabili dei procedimenti e agli amministratori locali. L'obiettivo deve essere quello di invertire l'attuale statistica che vede i professionisti costretti a dedicare circa il 70% del loro tempo agli aspetti burocratici e solamente il restante 30% agli aspetti veri e propri della professione. Gli affidamenti diretti possono essere senz'altro utili e necessari in caso d'urgenza, mentre in tutti gli altri casi deve essere garantito un rassicurante livello di trasparenza in ordine alle modalità e ai criteri di affidamento, predisponendo ovviamente procedure ridotte ai "minimi termini".

thumb profile
Danilo

Complimenti. Questo governo per l'ennesima volta dà dimostrazione di come stia al potere esclusivamente per dare denaro pubblico ai loro cortigiani. Affidamento diretto al di sotto di 40.000€? Lavoreranno solo parenti e familiari dei responsabili dei procedimenti. E la Lega che voleva alzare la soglia a 193.000€....Eh Eh altro che liberazione della padania, Attila e i suoi Unni non avrebbero potuto fare di peggio.