Carrello 0
Un'architettura tra le rocce: il Petter Dass Museum di Snøhetta
ARCHITETTURA

Un'architettura tra le rocce: il Petter Dass Museum di Snøhetta

di Rossella Calabrese
Commenti 6714

Zinco-titanio e vetro per un edificio 'tra storia e paesaggio'

Commenti 6714

29/07/2011 – É dedicato a uno dei poeti norvegesi più amati di tutti i tempi, Petter Dass (1647-1707) il museo progettato nella città di Sandnessjøen (Norvegia) dallo studio Snøhetta (Oslo), nel polo storico-museale dell’Helgeland Museum.
 
Ampia 1350 mq e comprendente giardino, parcheggio e un edificio di servizio la struttura sorge in prossimità della chiesa di Alstahaug di cui il poeta fu pastore dal 1689 fino alla sua morte nel 1707.

Largo 11,5 metri, il nuovo volume è stato inserito tra da due pareti di roccia lunghe 70 metri e distanti 15 metri e mezzo l’un l’altra. “Questo ‘taglio’ ha permesso la realizzazione di un edificio indipendente, che nel volume bilancia la massa rimossa, rispettoso dell’intorno storico.
 
Tetto e facciata sono rivestiti con è una lega in zinco-titanio prepatinato, nel colore blu-grigio. Le pareti trasparenti del piano terreno e le grandi superfici vetrate sulle estremità del volume permettono ai visitatori del museo di osservare la chiesa duecentesca in pietra ollare da un lato, cielo e mare aperto dall'altro.
 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa