Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
PROFESSIONE Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
AZIENDE

Regolazioni elettroniche RDZ Wi, termoregolazione su misura per impianti radianti

Commenti 2360
07/07/2011 - Dalla ricerca tecnologica per il miglioramento del comfort in tutte le stagioni negli ambienti di vita e di lavoro nasce l'innovativa gamma di centraline elettroniche RDZ Wi, un’evoluzione della precedente famiglia Evo. Si tratta di sistemi di regolazione completi ed espandibili, adatti al controllo e alla gestione di impianti di riscaldamento e raffrescamento radianti a pavimento, soffitto e parete.
 
Il limitato numero di componenti e la grande versatilità di utilizzo sono i principali punti di forza delle regolazioni Wi che, infatti, sono in grado di gestire dal piccolo impianto unifamiliare al grande impianto multizona fino al sistema con produzione centralizzata dell’energia e termoregolazione di ogni singola utenza.
 
Le regolazioni Wi, grazie all'adozione di innovative schede elettroniche, permettono l'utilizzo di sonde ambiente con collegamenti a filo (TA e TA/H), via bus (Wi-BP Bus e Wi-BT Bus) o tramite connessioni wireless (Wi-Wt e Wi-WP) anche all’interno di uno stesso impianto. Ogni centralina può essere interfacciata con il mondo esterno e dialogare con impianti domotici o supervisori esterni.
 
In base alle loro peculiarità le regolazioni Wi si dividono in due famiglie distinte: Wi-SA e Wi.NET.
 
Le regolazioni Wi-SA sono centraline climatiche espandibili per la gestione del riscaldamento e raffrescamento in impianti radianti a pavimento, soffitto e parete con produzione autonoma dell'energia.
Nella loro massima espansione sono in grado di gestire: 8 valvole miscelatrici; 8 unità di trattamento dell’aria con funzionalità di deumidificazione, ventilazione, rinnovo e integrazione; 64 deumidificatori con funzionalità di deumidificazione; 64 zone con sensore di temperatura e umidità; 1 contatto esterno per chiamata da bassa temperatura; 1 contatto esterno per chiamata da alta temperatura.
 
Le regolazioni Wi.NET sono sistemi espandibili per impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, soffitto e parete con produzione centralizzata dell’energia.
È previsto l'utilizzo di una centralina MASTER che controlla le funzioni di produzione del calore e il circolatore di centrale e che dialoga con un massimo di 64 unità periferiche. Le unità periferiche sono una variante di configurazione delle centraline standard Wi-SA, che comporta per ogni centralina l'utilizzo di una scheda seriale RS485.
 
Per facilitare la scelta e la configurazione dei sistemi di termoregolazione RDZ Wi può essere utilizzato l’innovativo software Evo-Builder vers. 4.0. Si tratta di un programma per PC, esclusivo di RDZ, che permette di configurare il proprio sistema di termoregolazione, personalizzandolo in modo semplice e veloce in base alle specifiche esigenze. Ad esempio, è possibile nominare le varie sonde con i nomi dei locali dove poi saranno effettivamente installate (Cucina, Soggiorno, Camera, ecc.).
Oltre alla configurazione della regolazione, Evo-Builder progetta graficamente l’impianto elettrico; in questo modo l’installatore avrà a disposizione non solo il prodotto regolazione già programmato ma anche i disegni con il progetto elettrico specifico del sistema scelto e configurato. Ogni centralina quindi sarà costruita sull’impianto e sarà dotata di un software specifico e personalizzato.
 
Grazie a semplici kit di comunicazione le regolazioni Wi sono in grado di dialogare con i sistemi domotici. Le centraline infatti possono essere corredate di diversi kit di connettività, tra i quali merita particolare attenzione il Kit Wi-Pc per l’interfacciamento delle regolazioni con un Personal Computer. Tale soluzione permette di interagire con la regolazione in tre modalità: tramite collegamento locale, rete intranet o Web.


RDZ su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui