Network
Pubblica i tuoi prodotti
La Camera conferma i tagli alle detrazioni fiscali del 36% e 55%

La Camera conferma i tagli alle detrazioni fiscali del 36% e 55%

La Manovra riduce del 5% nel 2013 e del 20% nel 2014 i bonus su ristrutturazione e riqualificazione energetica

Vedi Aggiornamento del 01/09/2011
di Rossella Calabrese
15/07/2011 - Confermato il taglio per le detrazioni fiscali del 36% sulla ristrutturazione del patrimonio edilizio e del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica.

La Camera ha approvato la fiducia sulla legge di conversione della Manovra finanziaria (DL 98/2011), già approvata ieri dal Senato, che prevede una riduzione del 5% per il 2013 e del 20% a partire dal 2014 sulle agevolazioni fiscali per la casa.

Non è chiaro se il taglio ai bonus del 36 e del 55% si applicherà alle spese sostenute a partire dal 2013 oppure colpirà le quote che lo Stato restituirà ai contribuenti dal 2013 in poi, relative a spese effettuate negli anni scorsi. In tal caso la detrazione sulle ristrutturazioni, che oggi è pari al 36%, scenderà al 34% nel 2013 e a poco meno del 29% nel 2014.
 
Ad essere tagliate saranno anche la detrazione sugli interessi dei mutui per l’acquisto e la costruzione della prima casa, la detrazione per l’affitto della prima casa, la detrazione dei compensi pagati agli intermediari per l’acquisto della prima casa, ecc.

La Manovra, inoltre, riduce dal 10% al 4% la ritenuta d’acconto sui bonifici effettuati per ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche che usufruiscono delle detrazioni (leggi tutto).
 
I tagli non saranno applicati solo se entro il 30 settembre 2013 verrà riordinata la spesa sociale con provvedimenti in materia fiscale e assistenziale.
Le più lette