Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Mini-condominio diventa unica casa, superbonus fruibile fino al 2025
NORMATIVA Mini-condominio diventa unica casa, superbonus fruibile fino al 2025
RISPARMIO ENERGETICO

Città verdi in corsa per il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente

di Rossella Calabrese

Al via l’edizione 2011 del Premio promosso da Legambiente e Confindustria. Domande entro il 24 ottobre 2011

Vedi Aggiornamento del 19/12/2012
25/07/2011 - Città verdi, reti intelligenti, risorse rinnovabili. Sono questi i temi al centro dell’edizione di quest’anno del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente, promosso da Legambiente e Confindustria.
 
Il Premio è un riconoscimento nazionale rivolto all’innovazione di impresa in campo ambientale, che viene attribuito a innovazioni di prodotto, di processo, di servizi, di sistema, tecnologiche e gestionali. Scopo del Premio è creare un contesto favorevole alla ricerca e contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell'ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo anche economico e sociale.
 
Possono partecipare le imprese (private, pubbliche, individuali, cooperative, consortili, organizzazioni non profit) che producono beni o erogano servizi. La partecipazione è gratuita ed è aperta anche alle amministrazioni pubbliche, alle istituzioni scientifiche, agli istituti universitari, ai liberi professionisti e alle associazioni di cittadini.
 
Il riconoscimento premierà le innovazioni sviluppate in una delle seguenti aree tematiche:
 
Abitare
Dalla casa all’ecoquartiere. La sfida della sostenibilità si vince nelle nostre città e nei nostri paesi. Nelle città del prossimo futuro non basterà più costruire edifici a emissioni zero, ma sarà sempre più necessario agire su ‘porzioni di città’ per avere economie di scala e per fare da volano al resto del territorio. È dai quartieri che può partire la rigenerazione urbana come indirizzo per riportare qualità e identità nelle nostre città e nei nostri territori, creando comunità, servizi di prossimità e sostenibilità.
 
Il bando valuta le realizzazioni che hanno puntato su:
- riqualificazione e recupero di aree dismesse o degradate;
- raccolta e riciclo di acque e rifiuti, efficienza e utilizzo di fonti di energia rinnovabile: i servizi urbani di caseggiato e di quartiere;
- impiego di tecnologie nella gestione degli edifici (istruzioni, manutenzione, corretto utilizzo impianti, gestione energetica);
- minor consumo di risorse sia rinnovabili che non rinnovabili anche attraverso servizi di prossimità e impiego di materiali a ridotto impatto in tutte le fasi del ciclo di vita.
 
Mobilità
Il bando valuta le innovazioni che hanno generato:
- attivazione o miglioramento della multimodalità nei sistemi di trasporto pubblico locale, nonchè la flessibilità e l'integrazione con altri servizi di mobilità;
- miglioramento della logistica delle merci;
- sensibilizzazione da parte di aziende o amministrazioni pubbliche di clienti, fornitori e dipendenti indirizzandoli verso modelli di mobilità sostenibile;
- miglioramento delle ‘prestazioni’ delle infrastrutture di mobilità a servizio dei cittadini mediante soluzioni basate sulle tecnologie dell'infomobilità, integrate con tecnologie spaziali/satellitari;
- ampliamento dell'offerta sul mercato di tecnologie, mezzi, componenti e prodotti a basso impatto ambientale.
 
Energie
Il bando valuta: prodotti e servizi per il risparmio e l’efficienza energetica; tecnologie, processi, servizi per la generazione, la distribuzione o l'acquisto di energia da fonti rinnovabili. Particolare attenzione viene posta ai progetti finalizzati alla costruzione di reti intelligenti basate su soluzioni capaci di far dialogare i soggetti integrati nella rete, nonchè a servizi e tecnologie per la gestione dei flussi di informazione.
 
Agricoltura
Il bando si rivolge alle realtà che hanno investito in: trasferimento di conoscenze, tutela e innovazione dei prodotti tipici, tutela del territorio e del suolo agricolo e forestale; efficienza nell'uso delle bioenergie e biomateriali in un contesto di filiera territoriale; sviluppo di una rete di diagnostica avanzata per la qualità, la tracciabilità, la sicurezza alimentare. Particolare attenzione viene posta a progetti di agricoltura periurbana e urbana, integrati nei quartieri.
 
Per partecipare occorre compilare on line la domanda e la scheda tecnica entro e non oltre il 24 ottobre 2011.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
LUCIANO turello

speriamo che non sia per i soliti raccomandati con le solite proposte irreali


Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione