Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la quarta giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la quarta giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Piano Casa Umbria, le modifiche entrano nel vivo

di Paola Mammarella

Due delibere per miglioramento energetico e ampliamento di edifici residenziali e produttivi

Vedi Aggiornamento del 16/11/2012
Commenti 6996
24/08/2011 – Si arricchisce il panorama del Piano Casa in Umbria. Con due delibere, emanate alla fine di luglio, la Giunta ha fornito criteri applicativi per l’ampliamento di edifici residenziali esistenti e fabbricati a destinazione produttiva.
 
La delibera 855/2011 riprende le modifiche apportate dalla Legge Regionale 27/2010, per la modifica e la proroga della prima versione del Piano Casa, alla delibera 1063/2009, contenente le prime indicazioni per l’applicazione delle misure anticrisi agli edifici residenziali.
 
La nuova delibera limita i requisiti di efficienza energetica solo alla parte ampliata. Non deve quindi essere efficientato l’intero edificio. La norma lascia infatti al singolo tecnico la facoltà di prevedere miglioramenti anche sulle parti esistenti per non vanificare gli effetti ottenuti su quella di nuova costruzione.
 
Con la delibera 856/2011, sono regolamentati gli ampliamenti sugli edifici a destinazione produttiva. Dato che la LR 27/2010 prevedeva la possibilità di beneficiare di "bonus" in metri quadri di superficie utile a fronte di "un significativo incremento" della presenza di dispositivi di produzione di energia da fonti rinnovabili, è stato definito con chiarezza che l'incremento di superficie utile deve essere commisurato al corrispondente incremento di potenza elettrica prodotto.
 
Per ogni chilowatt in più, oltre i 5 Kw stabiliti dalla LR 17/2008, e fino al raddoppio della potenza, è ammesso l’incremento progressivo della superficie utile dall’1% al 5%. La delibera fissa inoltre le stesse percentuali anche in caso di sostituzione delle coperture in eternit.
 
Secondo l’Assessore regionale all’Urbanistica Rometti, le due norme creano maggiore certezza nell’applicazione delle misure di ampliamento. Non sono comunque esclusi ulteriori ritocchi. Per le prossime settimane è stato infatti annunciato un monitoraggio sulle nuove domande, presentate dopo l’entrata in vigore delle modifiche al Piano Casa. L’indagine consentirà di misurare l’impatto delle semplificazioni.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui