Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Impianti di climatizzazione, aiutano a ridurre il contagio da Covid?
IMPIANTI Impianti di climatizzazione, aiutano a ridurre il contagio da Covid?
RISPARMIO ENERGETICO

Conto Energia, online il Registro dei grandi impianti fotovoltaici

di Rossella Calabrese

GSE: ‘il ritardo è stato causato da mancanza di documenti ed incongruenze nelle dichiarazioni dei Responsabili degli impianti’

Vedi Aggiornamento del 09/11/2011
Commenti 11033
01/08/2011 - Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato la graduatoria dei grandi impianti iscritti al Registro che rientrano nei limiti di costo (Elenco A).
 
La graduatoria - spiega il GSE - è stata elaborata secondo i seguenti criteri di priorità:
- data di fine lavori dell’impianto;
- anteriorità della data del titolo autorizzativo;
- minore potenza dell’impianto;
- precedenza della data di iscrizione al Registro.
 
È pubblicato, inoltre, l’elenco degli impianti che, pur avendo presentato richiesta di iscrizione al Registro, non sono inclusi in graduatoria poiché risultano già entrati in esercizio (Elenco B).
 
I ritardi
Il Registro dei grandi impianti fotovoltaici, previsto dal quarto Conto Energia (DM 5 maggio 2011), era stato pubblicato il 15 luglio scorso ma era stato ritirato qualche giorno dopo per ‘correggere errori materiali’.
 
Ora il GSE spiega che la graduatoria era stata redatta sulla base dei dati dichiarati dai Soggetti Responsabili degli impianti. Subito dopo la pubblicazione era iniziata l’analisi della documentazione allegata alla richiesta di iscrizione, analisi che ‘ha evidenziato - spiega il GSE - la mancanza di documenti essenziali per l’iscrizione nonché numerose incongruenze e difformità tra quanto dichiarato dai Soggetti Responsabili e quanto si deduceva dalla documentazione inviata’.
 
Per questi motivi, lunedì 18 luglio il GSE ha dovuto ritirare gli elenchi e procedere all’analisi di merito della documentazione. La complessità di tale attività di valutazione, data anche la numerosità delle domande pervenute pari a circa 5mila per oltre 6mila megawatt di potenza - si legge nel comunicato -, ha dilatato i tempi di verifica e di pubblicazione della graduatoria.
 
Le proteste
Il dietrofront del GSE ha provocato le proteste degli operatori del fotovoltaico: per Assosolare “dopo che gli operatori sono stati costretti a una vera e propria corsa alle iscrizioni, non è stata ancora pubblicata la graduatoria corretta, l’‘Elenco A’, e nemmeno la graduatoria dell’‘Elenco C’ che contiene la lista dei progetti che probabilmente verranno ‘ripescati’ in sostituzione dei grandi impianti entrati in esercizio entro il 31 agosto” (leggi tutto).
 
Le Associazioni hanno poi chiesto al Governo di rivedere urgentemente i criteri che sono alla base del quarto Conto Energia abbandonando la strada del Registro dei Grandi Impianti (leggi tutto).

Il commento del Ministro Romani
“In soli due mesi sono entrati in esercizio oltre 600 megawatt di energia prodotta da fotovoltaico, portando il nostro Paese ad avere una forte leadership nel comparto. Ad oggi infatti sono attivi oltre 250mila impianti fotovoltaici per più di 8.500 megawatt installati”. Così il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ha commentato la pubblicazione, da parte del GSE, della graduatoria dei grandi impianti iscritti al Registro.
 
“Questi numeri - ha proseguito Romani - confermano le previsioni fatte all’inizio dell’anno relative al numero degli impianti che hanno usufruito dei benefici della legge 129/2010 e confermano la strategia energetica messa a punto dal governo per un settore di primaria importanza come la green economy. Adesso - ha concluso il Ministro - dobbiamo proseguire con la strada intrapresa e con la decisone di adeguare il nostro meccanismo di incentivi con quello degli altri paesi europei, prendendo come modello di riferimento quello tedesco. Tutto questo all’interno di una strategia energetica che verrà delineata in autunno quando convocheremo la Conferenza nazionale sull’energia”.

I prossimi step
Nelle prossime settimane, il GSE pubblicherà anche la graduatoria degli impianti iscritti al Registro che non rientrano nei suddetti limiti di costo (Elenco C) e l’elenco degli impianti esclusi (Elenco D).
 
Il GSE precisa, infine, che l’inclusione nella graduatoria non garantisce l’accesso agli incentivi. Il riconoscimento delle tariffe potrà avvenire solo dopo l’entrata in esercizio degli impianti, quando il GSE potrà verificare la reale corrispondenza tra l’impianto realizzato e quello autorizzato, il rispetto di tutti i requisiti previsti dalla normativa, nonché l’assenza delle condizioni ostative di cui agli articoli 23 e 43 del D.lgs. 28/11.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui