Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TOPOGRAFIA

Case fantasma: gli ingegneri collaboreranno alla regolarizzazione

Accordo tra Agenzia del Territorio e Consiglio Nazionale Ingegneri

Vedi Aggiornamento del 14/10/2011
Commenti 9886
03/08/2011 - Il Direttore dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno, e il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Giovanni Rolando, hanno firmato un Protocollo d’intesa che disciplina le modalità di collaborazione tra l’Agenzia e il Consiglio per lo svolgimento di attività a supporto della regolarizzazione degli immobili mai dichiarati in Catasto, i cosiddetti fabbricati fantasma.
 
L’accordo di collaborazione prevede che gli ingegneri, in alcune province selezionate congiuntamente, collaborino con l’Agenzia nelle attività propedeutiche all’attribuzione della rendita presunta. In particolare effettueranno dei sopralluoghi analoghi a quelli svolti dai dipendenti dell’Agenzia del Territorio compilando una scheda tecnica contenente gli elementi utili alla determinazione della suddetta rendita.
 
Il  Consiglio ha assicurato la collaborazione a titolo gratuito, nell’interesse generale delle Istituzioni coinvolte e della collettività.
 
“L’Agenzia del Territorio continua l’ampliamento delle sue collaborazioni con gli ordini professionali per accelerare i tempi del processo di regolarizzazione delle case fantasma” ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno. “Queste collaborazioni non solo ci consentono di raggiungere speditamente gli obiettivi che ci siamo preposti, ma favoriscono un importante e proficuo scambio di conoscenze tra i vari organismi, consolidando i rapporti in vista di altre collaborazioni future”.
 
“L’accordo in oggetto - ha sottolineato il Presidente del CNI Giovanni Rolando - è in linea con il ruolo istituzionale di consulenti delle Pubbliche Amministrazioni del Consiglio Nazionale e degli Ordini Provinciali degli Ingegneri. Sicuramente avrà una ricaduta positiva nei confronti della collettività, anche alla luce della gratuità delle prestazioni che verranno svolte dai colleghi ingegneri che volontariamente aderiranno alla convenzione. Il Consiglio Nazionale si farà ovviamente parte attiva per diffondere agli Ordini Provinciali i contenuti dell’accordo in modo da favorire una rapida operatività dello stesso”.
 
 
Fonte: Ufficio stampa Consiglio Nazionale Ingegneri


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa