Carrello 0
AZIENDE

Acqualatina sceglie Autodesk per implementare i servizi aziendali

14/09/2011 - Autodesk Inc. annuncia che Acqualatina S.p.A., società che dal 2003 si occupa della gestione del servizio integrato di acquedotto, depurazione e fognatura per la zona ATO 4 – Lazio Meridionale, ha scelto il software Autodesk Topobase* per implementare un modello infrastrutturale completo in grado di ottimizzare le decisioni aziendali, le richieste di assistenza e il supporto ai clienti.
Il servizio offerto da Acqualatina copre 35 comuni su circa 3.000 km² di territorio con una rete di tubi di 1500 Km e oltre 60 impianti di depurazione; per quanto attiene alla produzione di acqua potabile, attualmente la società gestisce oltre 240 tra impianti di captazione, serbatoi, rilanci e partitori, nonché 1.800 km di rete acquedotto.
 
Dopo alcuni anni, durante i quali la società ha avviato una gestione basata soprattutto su emergenze, guasti e problematiche di varia natura, nel 2009 Acqualatina ha deciso di compiere un significativo salto in avanti per passare a una gestione vera e propria delle infrastrutture, non più solo di tipo emergenziale. Questa evoluzione è stata possibile grazie all’implementazione del software Autodesk Topobase che rende disponibili informazioni sempre precise e aggiornate sulla posizione e sullo stato delle risorse gestite, garantendo in tal modo una migliore efficienza operativa.
Grazie al software Autodesk, Acqualatina può disporre di un modello infrastrutturale completo: l'integrazione delle informazioni CAD, GIS e dei clienti permette di comprendere più in fretta l'ubicazione degli interventi effettuati e lo stato delle risorse, fornendo al personale sul campo tutte le informazioni necessarie per rispondere alle richieste di intervento.
 
Il sistema GIS implementato da Acqualatina in collaborazione con Autodesk Consulting è ancora in fase di sviluppo, ma il processo di implementazione sarà completato nel giro di pochi mesi. Il sistema sarà gradualmente sviluppato sino alla gestione controllata dei dati geografici e alfanumerici e il framework si articolerà e arricchirà progressivamente attraverso la progettazione e lo sviluppo di moduli e componenti integrate.
 
L’introduzione di Autodesk Topobase ha già permesso di sperimentare alcuni significativi vantaggi. “Innanzitutto – spiega Stefano Giulioli, responsabile acquedotto di Acqualatina SpA - ci ha permesso in tempo molto breve di realizzare un sistema di gestione informatizzato completo della cartografia delle infrastrutture da coordinare. Il prossimo passo sarà la piena integrazione con gli altri sistemi informatici dell’azienda”.
 
Autodesk Topobase è una soluzione estremamente flessibile, per questo è stata possibile una personalizzazione del prodotto in base alle richieste sollevate dalla società sin dalle prime fasi di implementazione e ulteriori personalizzazioni sono in via di sviluppo. Fra queste, Acqualatina ha richiesto ad Autodesk strumenti di analisi più approfonditi per acquedotto e fognature per poter eseguire esami più accurati, ad esempio per poter riconoscere automaticamente i distretti presenti su una rete idrica e i punti di ingresso dell’acqua e i relativi misuratori di portata in modo da ricreare dei bilanci idrici automatici. Questi bilanci sono molto utili, in quanto permettono di monitorare il funzionamento di tutta la rete idrica nel tempo e quindi di essere immediatamente capaci di accorgersi di eventuali malfunzionamenti e intervenire di conseguenza, come nel caso di variazioni anomale dei consumi.
 
“L’uso di un sistema GIS avanzato - conclude Giulioli - permette di passare da una gestione emergenziale a posteriori a una vera e propria gestione delle infrastrutture territoriali, il che significa poter mettere in atto un processo di manutenzione predittiva ottimizzando i costi gestionali, sia da un punto di vista dei costi operativi che degli investimenti futuri”.

AUTODESK su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati