Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
MERCATI Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
LAVORI PUBBLICI

Scuole, a breve lo sblocco dei 426 milioni stanziati per l’edilizia

di Rossella Calabrese

Atteso il via libera del Cipe sull’ultima tranche di finanziamenti. Completata l’anagrafe degli edifici scolastici

Vedi Aggiornamento del 17/09/2012
Commenti 6203
22/09/2011 - Sarà all’ordine del giorno della prossima riunione del Cipe la seconda tranche del finanziamento da 1 miliardo di euro stanziato dal Governo per l’edilizia scolastica. Lo fa sapere il Ministero dell’Istruzione con un comunicato.

Il finanziamento, cui il Cipe darà il via libera nei prossimi giorni, ammonta a 426 milioni di euro e segue le precedenti tranche da 358 milioni di euro già assegnati ai primi 1.706 interventi più urgenti, individuati grazie all’aggiornamento dell’anagrafe dell’edilizia scolastica (leggi tutto) e da 226 milioni di euro, dedicata alla ricostruzione delle scuole dell’Abruzzo colpite dal sisma.

Il 25 agosto scorso, inoltre - informa il Miur -, è stato dato il via libera definitivo ai 222 milioni di euro, finanziati con fondi FESR (Fondo Europeo di Sviluppo riservato alle Regioni Obiettivo 1), dedicati agli edifici scolastici del Sud, per 541 interventi che saranno realizzati nel 2012 e nel 2013 (leggi tutto).

Anagrafe degli edifici scolastici
Per ottenere un quadro completo sulla condizione delle strutture scolastiche, il Miur, in collaborazione con le Regioni, ha aggiornato l’anagrafe degli edifici scolastici. Questa banca dati è stata completata e contiene per la prima volta, oltre agli elementi strutturali (strutture portanti, coperture, intonaci, impianto di riscaldamento, impianto idrico, impianto igienico sanitario), anche gli elementi non strutturali degli edifici (controsoffitti, tramezzature, parapetti, data di costruzione e ultima ristrutturazione, stato di conservazione ed eventuale degrado, rischio sismico, presenza di barriere architettoniche, certificazioni antincendio, idoneità statica, presenza di amianto). L’anagrafe può essere consultata e aggiornata on line dalle istituzioni competenti.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui