Carrello 0
AZIENDE

Bovema garantisce comfort e risparmio energetico

11/10/2011 - Partire dalla necessità del cliente e capitalizzare l’esperienza acquisita in oltre vent’anni: grazie a questa miscela equilibrata di competenza, serietà e rigore Bovema Italia, www.bovema.it, specialista nel settore della prevenzione antincendio e della ventilazione naturale e meccanica, garantisce soluzioni su misura per il controllo del microclima industriale.

I sistemi di ventilazione Bovema Italia sono stati scelti anche da un’azienda leader nella produzione di isolanti termici al fine di garantire un’adeguata uniformità della ventilazione del capannone produttivo che produce annualmente oltre 6 milioni di metri quadri di pannelli per l'edilizia, e incrementare il comfort complessivo all’interno dell’ambiente.
 
“Il caldo eccessivo in estate, l’assenza di aperture sul tetto ed un’insufficiente apertura alla base impedivano nel fabbricato il necessario ricambio per lo smaltimento del carico termico, dichiara l’ing. Luca Marzola, amministratore delegato di Bovema Italia. “Il nostro ufficio tecnico, incaricato di progettare un impianto di aerazione che risolvesse lo smaltimento del carico termico, ha perciò studiato un sistema integrato di ventilazione naturale e ventilazione meccanica:
-immissione forzata in più punti con le macchine LTV dimensionate per la movimentazione e la miscelazione dell'aria
-espulsione naturale tramite aperture ogni-tempo sulla copertura ottenute con il sistema Unilab, che garantisce una portata di 140.000 m3/ora - equivalente a 6 cambi d’aria/ora”.
 
La soluzione progettata è risultata innovativa perchè si è avvalsa di tecniche normalmente utilizzate in alternativa in questo caso combinate per raggiungere un obiettivo difficilmente affrontabile con metodi standard.
Unilab assomiglia a una griglia, il cui interno è conformato a labirinto. Grazie a questa struttura viene inibito il passaggio dell’acqua piovana e consentita l’uscita naturale dell’aria semplicemente per moto convettivo. Si tratta di un dispositivo statico, senza parti in movimento, con una larghezza variabile da 70 cm a 2.5 m: il modulo base viene ripetuto fino ad ottenere la lunghezza del progetto desiderato. L’utilizzo di alluminio marino assicura un’alta resistenza alla corrosione che si traduce in manutenzione minima e lunga permanenza in esercizio.
Gli elementi principali del sistema consistono:

- Estrazione: elemento di ventilazione naturale da tetto a prova d’acqua  complessivi 140.000 m3/h
- Immissione (ad integrazione delle aperture al piede esistenti): miscelatore d’aria in copertura con    canalizzazioni di distribuzione  complessivi 80.000 m3/h

L’impianto di immissione è stato integrato con lucernari di policarbonato per migliorare l’illuminazione naturale all’interno del fabbricato. Il progetto ha ridotto sensibilmente il calore nella linea di produzione generato dalle macchine di processo ed emesso dai prodotti.
“Sappiamo bene che un ambiente di lavoro confortevole garantisce e aumenta la produttività e la qualità del lavoro, prosegue l’ing. Luca Marzola. “La corretta  progettazione di un sistema di ventilazione degli ambienti riveste perciò un ruolo fondamentale in particolar modo su edifici di grandi dimensioni, specie se si considera che una corretta impostazione della ventilazione naturale consente considerevoli vantaggi in termini di efficacia nell'estrazione del calore e conseguente regolazione climatica. Ma un impianto progettato bene non si limita a risolvere le problematiche evidenti: spesso infatti, come è accaduto in questa azienda, si favorisce un forte risparmio energetico”.
Diversi quindi i vantaggi apportati: il calore in eccesso viene adesso estratto dall’edificio risultando in una temperatura inferiore durante l’estate. Inoltre l’estrazione naturale del calore avviene senza costi di gestione (energia) e si autoregola in funzione delle temperature e dei carichi termici. A tutto questo si aggiunge la regolazione climatica lungo l’arco dell’anno determinabile direttamente dall’utente, il riutilizzo in inverno dell’aria calda stratificatasi sotto copertura per riscaldare la parte inferiore del fabbricato e un favorevole rapporto luce/superficie calpestabile. Tutti fattori che favoriscono il risparmio energetico.
 


BOVEMA ITALIA su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa