Carrello 0
Al via il Concorso di idee TrEttari
CONCORSI

Al via il Concorso di idee TrEttari

Riqualificazione paesaggistica ed urbanistica del sistema dei parchi urbani

24/10/2011 - Scadrà il 9 gennaio prossimo il termine per la presentazione dei progetti per il Concorso di Idee TrEttari - riqualificazione paesaggistica e urbanistica del sistema dei parchi urbani.

Una iniziativa voluta dall’Amministrazione Comunale di Cirié per valorizzare, attraverso idee innovative, il sistema di spazi verdi presenti nel centro cittadino, realizzata grazie al lavoro svolto dall’Ufficio concorsi della Fondazione Ordine Architetti Torino per la programmazione e il coordinamento del concorso e resa possibile dal cofinanziamento della Regione Piemonte attraverso la L.R. 14/2008.

Il Bando intende raccogliere le proposte progettuali di professionisti che vogliono misurarsi con la riqualificazione di un’area della città di poco più di tre ettari, destinata a verde pubblico e collocata all’interno del centro urbano, in posizione strategica per l’accesso alla città e ai suoi servizi: il giardino di Palazzo D’Oria, il viale di Corso Martiri, il parco di Villa Remmert sono spazi pubblici importanti per i ciriacesi, da mettere in relazione e rendere fruibili.

Il Comune intende pervenire a un disegno architettonico, di arredo e del verde coordinato per i diversi ambiti, fruibile in ogni stagione e di facile manutenzione, pensando di coinvolgere il pubblico anche attraverso l’eventuale recupero a fini didattici della serra dell’inizio secolo collocata nel parco della villa Remmert. Un altro obiettivo è addivenire a un’idea progettuale per la sistemazione dello spazio antistante la stazione della linea Torino-Ceres. Tale spazio, integrato con l’intervento sul verde, fungerà da accesso al sistema dei parchi urbani e alla città stessa per chi vi arriva mediante la ferrovia. Grande importanza è data alla redazione di una concreta ipotesi di programmazione economica dei progetti per lotti di intervento, con coinvolgimento di capitali privati nella manutenzione delle aree verdi.
Inoltre, gli esiti del concorso possono essere tenuti in considerazione al fine di dotare il Comune di specifiche linee guida per la valorizzazione degli spazi verdi urbani con carattere storico, elemento implementante nella fase conclusiva della progettazione del nuovo Piano Regolatore Generale.

“È un progetto significativo per la riqualificazione delle aree verdi del centro” spiega il Sindaco, Francesco Brizio. “Abbiamo un patrimonio importante di spazi e di verde che vogliamo rendere sempre più utilizzabile dai cittadini, creando anche sinergie e collegamenti tra queste tre eccellenze della Città. Potremo valorizzare ulteriormente alcune zone e il Concorso di Idee ci permetterà di avere a disposizione una progettazione innovativa, in grado di dare la giusta rilevanza a tutti gli aspetti, da quello storico a quello ambientale, fino ad arrivare alla fruibilità e vivibilità degli spazi. Sarà un progetto di ampio respiro che ripenserà complessivamente quest’area centrale della Città”.

Il concorso di idee consente all’ente banditore di raggiungere obiettivi di qualità promuovendo la diffusione della cultura architettonica, dando la possibilità di creazione di gruppi interdisciplinari e favorendo l’inserimento di giovani professionisti” afferma Carlo Novarino presidente della Fondazione Ordine Architetti Torino. “Il valore principale dello strumento concorsuale sta nella valorizzazione dell’attività progettuale, permettendo la scelta tra progetti e non tra progettisti. La Fondazione OAT annovera oltre 20 concorsi realizzati per conto di enti pubblici, con crescente soddisfazione e con il constante augurio per l’amministrazione di trovare le risorse per passare dalle idee alla redazione dello studio di fattibilità e dare così concretezza alle aspettative dei professionisti e soprattutto dei cittadini”.

Possono partecipare al concorso gli architetti, gli ingegneri, i dottori agronomi e forestali dell'Unione Europea regolarmente iscritti ai rispettivi albi o registri professionali.

L’Ente banditore mette a disposizione per i premi l’importo complessivo di 20mila euro così suddivisi:

- 1° classificato 10mila euro;
- 2° classificato 7mila euro;
- 3° classificato 3mila euro.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati