Carrello 0
NORMATIVA

Rinnovabili, distanze minori in Toscana

di Paola Mammarella
Commenti 4022

Modificata la norma per il recepimento delle linee guida ministeriali sulla localizzazione degli impianti

Vedi Aggiornamento del 24/04/2012
Commenti 4022
28/11/2011 – La Toscana modifica le norme sulla localizzazione degli impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Con la Legge Regionale 56/2011, recentemente approvata, sono introdotti alcuni cambiamenti alla LR 11/2011 del marzo scorso, con cui la Regione aveva attuato le linee guida ministeriali – DM 10 settembre 2010.
 
Il nuovo testo vieta la realizzazione di impianti fotovoltaici a terra nei centri storici e nelle aree storiche assimilate negli strumenti della pianificazione territoriale e negli atti di governo del territorio.
 
Al contrario, la localizzazione è possibile nelle aree urbanizzate, destinate ad insedia­menti produttivi, commerciali e servizi. Viene eliminato il riferimento alle aree urbane di recente formazione contenuto nella precedente versione, che aveva generato diverse difficoltà interpretative.
 
Sono inoltre ridotte le distanze minime per la realizzazione di più impianti fotovoltaici vicini. L’attuale limite dei 200 metri rimane in vigore solo per gli impianti di potenza superiore a 200 kW, per quelli localizzati nelle zone interne ai coni visivi e panoramici e nelle aree agricole di particolare pregio paesaggistico culturale. In tutti gli altri casi, il limite scende a 100 metri.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa