Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, ok alla detrazione per gli immobili senza rendita
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, ok alla detrazione per gli immobili senza rendita
MERCATI

Durc nei lavori privati e bilateralità, proposte anticrisi da Ance

di Paola Mammarella

Indennità integrative della disoccupazione e lotta al dumping tra le proposte per il rilancio dell’edilizia

Vedi Aggiornamento del 06/06/2012
05/12/2011 – Bilateralità, Durc, indennità integrative della disoccupazione e qualificazione delle imprese edili. Sono le soluzioni che secondo l’Ance dovrebbero essere opposte a crisi, perdita di posti di lavoro e irregolarità in edilizia.
 
Citando i dati forniti da Istat e Casse Edili, l’Ance ha evidenziato nel 2010 un aumento del lavoro sommerso e una perdita di circa 230 mila posti di lavoro che sale a 350 mila unità se si considera l'indotto.
 
Il persistere della crisi è dimostrato anche dal crescente ricorso alla cassa integrazione.
Il monitoraggio sul Durc ha mostrato invece comportamenti elusivi della regolarità. Le Casse Edili, che rilasciano il documento alle imprese, perdono progressivamente terreno rispetto a Inps e Inail. Negli appalti pubblici la percentuale dei DURC emessi delle Casse Edili è scesa dal 76% del 2006 al 62% attuale. Più grave la situazione nei lavori privati, in cui la percentuale è scesa dal 61% all'attuale 39%. Ciò significa che solo un terzo dei DURC privati passa attraverso le Casse Edili.
 
Tra le soluzioni prospettate dall’Associazione nazionale costruttori edili spicca il sistema della bilateralità, che potrebbe essere utilizzato per supportare momenti di crisi occupazionale, favorendo un sostegno economico e processi di formazione e riconversione professionale degli operai.
 
Proposta anche un'indennità integrativa della disoccupazione per operai con una determinata anzianità di settore e con un'attestata professionalità che, a seguito di licenziamento da parte dell'impresa per riduzione di personale o per fine o mancanza di lavoro, si dichiarino disponibili a frequentare corsi di aggiornamento o riconversione professionale.
 
A detta dell’Ance anche la Borsa Lavoro potrebbe rappresentare un valido strumento per la valorizzazione dei lavoratori e la lotta al sommerso. Considerazione analoga anche per la reintroduzione del Durc nei lavori privati e per la necessità di arginare i fenomeni di dumping sociale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui