Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA Addio al Testo Unico Edilizia, prende forma la ‘Disciplina delle costruzioni’
NORMATIVA

Edilizia ecologica e casa qualità: lavori in corso al Senato

di Rossella Calabrese

All’esame due ddl per la certificazione e il risparmio idrico in edilizia

Vedi Aggiornamento del 31/05/2012
Commenti 11041
13/12/2011 - È iniziato lo scorso 6 dicembre in Commissione Ambiente del Senato l’esame del disegno di legge 2770 relativo al Sistema ‘casa qualità’ per la valutazione e la certificazione della qualità dell’edilizia residenziale, già approvato dalla Camera.
 
Nella stessa seduta è ripreso l’esame del disegno di legge 2645 in materia di edilizia ecologica e risparmio idrico in edilizia.
 
Il relatore Francesco Ferrante, ha illustrato il ddl 2770, che istituisce un sistema di certificazione unico per misurare il comfort abitativo, l’efficienza energetica e lasostenibilità ambientale delle unità immobiliari, denominato ‘casa qualità’ e finalizzato all’armonizzazione delle norme statali e regionali in tali materie.
 
L’articolo 2 del ddl dispone che le norme si applichino alla progettazione e realizzazione dei nuovi edifici, degli interventi su edifici esistenti e degli ampliamenti. Il provvedimento si applica anche all’edilizia residenziale pubblica; sono esclusi gli edifici tutelati e quelli isolati con superficie ridotta. L’articolo 3 demanda ad un decreto del Ministro dell’Ambiente la definizione dei requisiti minimi del sistema ‘casa qualità’, i livelli di prestazione e le metodologie di verifica.
 
L’articolo 4 circoscrive l’oggetto della certificazione alla valutazione dell’efficienza energetica, del comfort e dell’ecocompatibilità. L’articolo 5 disciplina la classificazione delle unità immobiliari. Ai fini della valutazione del comfort, l’articolo 6 elenca i parametri relativi al grado di soddisfacimento psico-fisico di chi utilizza l’edificio, in base ai quali classificare l’edificio stesso. L’articolo 7 prevede che l’unità immobiliare sia classificata ‘ecocompatibile’ in presenza di materiali da costruzione caratterizzati da prestazioni ambientali di ridotto impatto sull’ecosistema.
 
L’articolo 8 disciplina la procedura per la richiesta e il rilascio della certificazione di qualità, mentre l’articolo 9 individua gli strumenti per incentivare la diffusione del sistema di qualità, tra cui criteri di priorità per i programmi di edilizia sovvenzionata o agevolata che aderiscano al sistema ‘casa qualità’, bonus volumetrici per interventi di coibentazione delle abitazioni e sconti sugli oneri di urbanizzazione o sulle imposte ICI e IMU.
 
Infine, il relatore ha proposto di adottare come testo base il ddl 2645 che - ricordiamo - prevede che nei nuovi edifici e negli edifici sottoposti a ristrutturazioni radicali, vengano adottati standard avanzati di risparmio idrico, utili anche a ridurre i consumi energetici, e vengano installati impianti alimentati da fonti rinnovabili che soddisfino almeno il 50% del fabbisogno energetico (leggi tutti i contenuti).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui