Carrello 0
AZIENDE

Betafence per il Parco Scientifico Tecnologico degli Erzelli

14/02/2012 - Progettato dal noto architetto Mario Bellini e ribatezzato la Silicon Valley Italiana, il Parco Tecnologico e Scientifico degli Erzelli sorgerà su una spianata di oltre 400.000 mq situata nei pressi dell’aeroporto di Genova.
 
Grazie ad un importante progetto di riqualificazione urbanistica, il capoluogo ligure verrà dotato del più innovativo polo nazionale di alta tecnologia, ricerca, formazione e impresa, destinato a cambiare il volto di Genova e il suo ruolo nell’economia nazionale nonché a donare alla città un parco attrezzato di circa 100 mila mq e 200.000 mq di zone verdi con aree dedicate allo sport ed il tempo libero.
 
Ideato con l’obiettivo di associare ricerca universitaria e mondo del lavoro, il nuovo complesso ospiterà  l’intero polo di Ingegneria dell’università di Genova, centri di ricerca di aziende e istituzioni operanti nell’ambito dell’high tech, spazi produttivi, uffici, laboratori, nonché strutture ricettive per ricercatori, studenti e cittadini, un nuovo quartiere residenziale, servizi e attività culturali e sportive. Si tratterà di un progetto di macro dimensioni come testimoniano i numeri: l’insediamento conterà infatti  circa 200 imprese, 15.000 nuovi utenti di cui 5.000 studenti e la creazione di almeno 6.000 nuovi posti di lavoro altamente qualificato. Nelle posizioni più panoramiche ed in prossimità  degli spazi verdi e di servizio prenderanno posto gli spazi residenziali.
 
La realizzazione di un progetto che comporta la costruzione di un complesso mastodontico quale quello del nuovo Parco Tecnologico e Scientifico richiede delle tempistiche di cantiere significative.
 
Iniziati nel 2009, i lavori proseguiranno probabilmente per sei, sette anni secondo le previsioni più ottimistiche.
 
Pertanto la committenza aveva l’esigenza di recintare il cantiere in corso per tutto il periodo previsto e di separare la zona del cantiere dall’area finita relativa all’edificio di dieci piani destinato all’ Ericson, appartenente al primo lotto cantierizzato. Questo al fine di tutelare la sicurezza dei cittadini dai pericoli connessi ad un cantiere aperto.
 
Oltre alla specializzazione nel settore delle recinzioni professionali di grandi progetti e le numerose referenze di ambito, ha costituito fattore chiave per la scelta di Betafence Security Projects l’affidabilità dell’azienda fornitrice Betafence, in grado di garantire la qualità dei propri prodotti installati per ben 10 anni.
 
Considerata la durata del cantiere, si è preferito optare per una recinzione esteticamente più gradevole rispetto ad una recinzione temporanea tradizionale da cantiere, individuando in Nylofor 3D PRO Betafence, la recinzione più adatta a rispondere ai requisiti richiesti.
Nylofor 3D PRO è un sistema di  recinzione molto rigido, durevole nel tempo, che coniuga elevata qualità estetica e tecnica, a costi contenuti.
 
Tra le problematiche riscontrate nel corso dell’intervento, è sicuramente da annoverare la durezza del suolo: l’intera collina di Erzelli è infatti un massiccio roccioso. Per questo, per preparare il supporto del piazzale del cantiere, l’impresa generale committente ha dovuto  scavare nella roccia.
Durante la messa in opera dei pannelli per 950 ml, a cura di Reteplastic, impresa d’installazione fiduciaria Betafence, è stato necessario utilizzare anche il martello pneumatico poichè nel carotare si sono riscontrate zone più dure (massetti armati su cui poggiavano in passato dei container).
 
Nonostante le criticità presentate dal suolo, l’intervento è stato portato a termine  con successo lo scorso gennaio, in soli due mesi.
  
Dati tecnici
RECINZIONE NYLOFOR 3D PRO, altezza 1730 mm, CON PALO BEKAFIX;
 
PANNELLI
Recinzione elettrosaldata con nervature orizzontali di rinforzo
Punte di vivagno di 30 mm su un solo lato.
Maglie: 200 x 50 mm; maglie della nervatura (di rinforzo): 100 x 50 mm.
Diametro dei fili: 5 mm.
Larghezza pannelli: 250 cm.
Fili d’acciaio zincati a caldo, elettrosaldati e rivestiti in PVC.
Quantità minima di zinco: 40 g/m2.
Quantità minima di PVC : 200 micron.
Colori RAL: verde 6005
Altezza pannelli 1730 mm.
 
PALI BEKAFIX
Pali sagomati in lamiera d’acciaio zincati sia internamente che esternamente e rivestiti
in poliestere.
H=2075 mm
Fosfatazione ai Sali di zinco e rivestimento con poliestere (spessore minimo: 60
micron).
Sezione: 70 x 44 mm; I/V: 6.48 cm3.
Resistenza alla trazione della lamiera d’acciaio:330 a 510 N/mm2(secondo EN10025-2).
Accessori per il fissaggio dei pannelli: giunti di fissaggio laterale del pannello sul palo; giunti in metallo per il fissaggio di angoli retti e ottusi; bullone di sicurezza autotranciante; cappucci in plastica.
Colori RAL: verde 6005.
 
Descrizione del modello Nylofor 3D PRO
Progettato prevalentemente per le recinzioni professionali di edifici pubblici, centri commerciali, impianti sportivi e fabbricati industriali, ma indicato anche per l’edilizia privata, Nylofor 3D PRO è in grado di offrire alta protezione ed al contempo il più elevato grado di rigidità, doti conferite dalla robusta rete formata da fili d’acciaio (di diametro 5mm)  elettrosaldati con maglie rettangolari  (250 x 50 mm) e nervature orizzontali di rinforzo (100x50 mm).
Il  sistema  Nylofor 3D PRO è formato da pannelli della larghezza di 2500 mm, muniti di punte di 30 mm su un solo lato, disponibili in  diverse altezze (min 1030 mm/max 2430 mm) e abbinati a tre differenti modelli di pali (Bekafast-Bekafix-quadrati) ognuno con relativi accessori di fissaggio. 
Di elevata qualità, a costi contenuti, il  sistema completo di protezione ottimale Nylofor 3D PRO prevede l’integrazione di cancelli all’avanguardia tipo Nylofor 3D per i pedonali e i carrai a battente e della tipologia Robusta per gli scorrevoli.
Caratterizzato da uno speciale trattamento protettivo costituito da zincatura e seguente rivestimento in PVC (con spessore minimo di 60 micron), tale sistema dura a lungo, resistendo alla corrosione degli agenti atmosfericiNylofor Pro è disponibile nel colore standard verde RAL 6005.

BETAFENCE ITALIA su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati