Carrello 0
NORMATIVA

Sanatoria catastale, più veloci le procedure

di Paola Mammarella
Commenti 7977

I contribuenti a cui è stata applicata la rendita presunta possono versare i tributi con il modello F24

Vedi Aggiornamento del 04/12/2012
Commenti 7977
28/02/2012 – Si semplificano le procedure per la regolarizzazione catastale. Un provvedimento congiunto, emanato da Agenzia del Territorio e Agenzia delle Entrate, ha stabilito che il modello di unificato F24 può essere utilizzato anche per il versamento dei tributi speciali catastali, le relative sanzioni e gli oneri accessori.
 
I contribuenti ai quali è stata attribuita una rendita presunta, ai sensi del Decreto Legge 78/2010, recante disposizioni sulla sanatoria catastale, dovranno versare secondo queste modalità i tributi speciali catastali, i relativi interessi. Le sanzioni e gli oneri accessori per potersi mettere in regola.
 
I codici tributo saranno istituiti prossimamente con una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, che fornirà anche tutte le istruzioni necessarie alla compilazione dei modelli di pagamento.
 
Il versamento unificato, spiega il provvedimento, mira a raggiungere una maggiore efficienza nella gestione del sistema tributario, segnando un ulteriore passo nel senso della semplificazione degli adempimenti fiscali.
 
Ricordiamo che la sanatoria catastale è stata introdotta con la “manovra estiva” – Dl 78/2010 e prevede l’emersione degli “immobili fantasma”, cioè tutte quelle costruzioni sconosciute al Catasto o nelle quali sono stati realizzati interventi non dichiarati.
L’obbligo di aggiornamento vale anche per i fabbricati prima esenti dal pagamento dei tributi, che sono successivamente diventati soggetti ad imposte, come quelli che hanno perso il requisito di ruralità.


© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa