Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus edilizi, Ance: ‘è saltato il riferimento ai prezzari Dei’
NORMATIVA Bonus edilizi, Ance: ‘è saltato il riferimento ai prezzari Dei’
RISPARMIO ENERGETICO

Fondo Kyoto, a breve 200 milioni per l’efficienza energetica

di Paola Mammarella

Attesa per l’inizio di marzo la circolare che avvierà la prima fase dei finanziamenti agevolati, disponibili in tutto 600 mln

Vedi Aggiornamento del 20/03/2012
16/02/2012 – Saranno disponibili dal 15 marzo 200 milioni di euro per la riqualificazione energetica. Arriverà a breve la Circolare applicativa del Decreto Interministeriale del 25 novembre 2008, che definirà le modalità operative del “Fondo Kyoto” destinato ad incentivare gli interventi di efficienza energetica e produzione di energia da fonti rinnovabili.
 
Il fondo rotativo, istituito dalla Finanziaria 2007 presso la Cassa Depositi e Prestiti, per finanziare misure di riduzione delle immissioni dei gas a effetto serra e dare attuazione al Protocollo di Kyoto, viene presentato oggi dal Ministro dell'Ambiente Corrado Clini in una conferenza stampa con CdP e Abi.
 
Il Decreto 25 novembre 2008, emanato dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, stabilisce le modalità per l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato a favore degli interventi di riqualificazione energetica.
 
In cima ai lavori agevolabili spiccano l’installazione di impianti di microcogenerazione, l’installazione di impianti di piccola taglia per l'utilizzazione delle fonti rinnovabili per la produzione di elettricità e calore, la sostituzione di motori elettrici industriali di potenza superiore a 45kW con motori ad alta efficienza, l’incremento dell'efficienza negli usi finali dell'energia nei settori civile e terziario, l'eliminazione delle emissioni di protossido di azoto dai processi industriali.
Particolare attenzione meritano anche i progetti pilota per lo sviluppo di nuove tecnologie e di nuove fonti di energia a basse emissioni e i progetti regionali di gestione forestale sostenibile, diretti a ridurre il depauperamento dello stock di carbonio nei suoli forestali e nelle foreste.
 
Il fondo potrà contare su circa 600 milioni di euro ed è definito rotativo perché alimentato con le rate di rimborso dei finanziamenti concessi, ai quali sarà applicato un tasso di interesse determinato dal Ministro dell’economia e delle finanze. In generale, i finanziamenti avranno una durata compresa tra i 3 e i 6 anni, che salgono a 15 per i soggetti pubblici.
 
La Circolare applicativa, attesa per i primi di marzo, servirà ad avviare il primo ciclo di programmazione di 200 milioni di euro.
 
Le domande di ammissione al finanziamento potranno essere presentate fino al 14 luglio.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui