Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, proposta l’anagrafe unica delle Stazioni Appaltanti

di Paola Mammarella

Tra gli emendamenti al decreto fiscale anche soluzioni contro il ritardo dei pagamenti

Vedi Aggiornamento del 14/01/2014
26/03/2012 – Anagrafe unica delle stazioni appaltanti e metodi per salvare le imprese dal ritardo dei pagamenti. Sono alcune delle proposte di emendamento al ddl per la semplificazione fiscale ritenute ammissibili durante l’esame in Senato.
 
Appalti e anagrafe unica della Stazioni Appaltanti
Secondo uno degli emendamenti, a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto fiscale è istituita presso l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture l’anagrafe unica delle Stazioni Appaltanti.
 
Sono tenuti a richiedere l’iscrizione le pubbliche amministrazioni e gli organismi di diritto pubblico che agiscono come stazioni appaltanti.
 
L’emendamento stabilisce che, in caso di inadempimento da parte di questi enti, sono nulli tutti gli atti da loro adottati.
 
Le disposizioni dovrebbero applicarsi a tutti i contratti, anche a quelli esclusi dall’applicazione del Codice Appalti, con modalità individuate da un dpcm da emanare entro 180 giorni dall’entrata in vigore della legge.
 
Ritardo pagamenti
Per contrastare la crisi delle imprese a causa dei ritardati pagamenti, un altro emendamento propone che, su istanza del creditore, i Comuni possono certificare se il credito è certo, liquido ed esigibile.
Nel caso in cui siano rispettati tutti questi parametri, si può consentire al creditore la cessione pro solvendo a favore di banche e intermediari finanziari riconosciuti dalla legge.
Secondo l’emendamento, la cessione è consentita anche se il contratto, già esistente alla data di entrata in vigore della legge di conversione, esclude la cedibilità del credito.
 
Se i contenuti dell’emendamento dovessero essere confermati, per la piena attuazione si dovrebbe comunque attendere l’emanazione, entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge, di un decreto da parte del Ministero dell’Economia e delle finanze.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa