Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA

Col Dl Fiscale appalti aperti per chi rateizza il debito tributario

di Paola Mammarella

Semplificati gli adempimenti per la partecipazione alle gare, non più moroso il soggetto in regola con le rate

Vedi Aggiornamento del 08/05/2012
Commenti 5991
07/03/2012 – Non sarà più considerato moroso e potrà partecipare alle gare d’appalto il soggetto che rateizza il proprio debito tributario. La novità, contenuta nel Decreto Fiscale, modifica il Codice Appalti e costituisce una semplificazione degli adempimenti tributari e fiscali necessari per essere ammessi alle gare.

Anche se la presenza di irregolarità nel pagamento di tasse e imposte resta una causa di esclusione dalle procedure di selezione per l’affidamento dei lavori, il nuovo decreto ammorbidisce la situazione dei contribuenti che, intenzionati ad adempiere agli obblighi tributari, rateizzano il debito, dovuto a momentanee difficoltà economiche, e sono in regola con i pagamenti.
 
Dal 2 marzo, data di entrata in vigore del decreto legge sulle semplificazioni fiscali, i soggetti che si trovano in una simile situazione non saranno più bollati come inadempienti e potranno prendere parte alle gare d’appalto.
 
Il Dl fiscale prende infatti in considerazione il presupposto che il contribuente ammesso alla rateizzazione del debito di fatto si stia impegnando per la sua estinzione.
 
Anche se a rate, si tratta quindi di un soggetto che adempie ai suoi obblighi tributari e che può di conseguenza prendere parte ad una procedura selettiva.
 
Spetterà agli uffici finanziari rilasciare le apposite certificazioni e specificare l'effettiva situazione in cui versa il contribuente.
 
Come cambia il Codice Appalti
Ai sensi del Codice dei Contratti Pubblici, come modificato dal Decreto Fiscale, le violazioni degli obblighi di pagamento di imposte e tasse vengono considerate gravi solo se i debiti sono certi, scaduti ed esigibili. Ne consegue che non rientrano in questa fattispecie le rate pagare con regolarità.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui