Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Puglia, pubblicato il regolamento sull’albergo diffuso

Puglia, pubblicato il regolamento sull’albergo diffuso

La legge ha l’obiettivo di promuovere una ricettività diffusa, di fascino e di qualità

Vedi Aggiornamento del 01/07/2014
di Rossella Calabrese
Vedi Aggiornamento del 01/07/2014

13/04/2012 - È stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia del 28 marzo scorso, il Regolamento attuativo che rende finalmente operativa la Legge regionale 17/2011 sull’albergo diffuso.
 
La normativa su questa particolare forma di attività ricettiva si propone di rilanciare la valorizzazione a fini turistici del patrimonio edilizio di pregio, dei borghi storici, dei borghi rurali della Puglia.
 
L’albergo diffuso - spiega la Regione in una nota - è una tipologia ricettiva costituita da appartamenti dislocati in più edifici nei borghi, nei centri storici e nelle realtà rurali caratterizzati da pregio storico-ambientale, con fabbricati in massima parte antecedenti l’anno 1900 e contrassegnati da elementi identitari caratteristici.
 
Il regolamento che ne stabilisce le connotazioni punta a creare una nuova tipologia ricettiva, già presente in altre regioni italiane, e che in Puglia, date le caratteristiche dei borghi e del territorio, potrà assumere uno straordinario valore e attrarre nuovi segmenti della domanda turistica nazionale e internazionale.
 
“La legge ha l’obiettivo di attirare sul nostro territorio investimenti privati intesi a promuovere una ricettività diffusa, di fascino e di qualità, puntando in pari tempo a preservare e a valorizzare le nostre tradizioni di ospitalità, il territorio e il paesaggio” dice l’Assessore al Turismo, Silvia Godelli, che sottolinea il grande impegno della Regione per innovare la legislazione in materia turistica e creare le condizioni strutturali e organizzative per consolidare i lusinghieri risultati conseguiti in questi anni.

Foto tratta da www.sottolecummerse.it, albergo diffuso a Locorotondo (Ba)
 

Le più lette