Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Finestre e schermature solari, le Associazioni propongono ecobonus al 70%
NORMATIVA Finestre e schermature solari, le Associazioni propongono ecobonus al 70%
DESIGN NEWS

A designer A day: il contest per designer autoproduttori

La scommessa vinta al Fuorisalone 2012

Vedi Aggiornamento del 08/03/2013
Tavoo RAY design Simone Gasperi
Kopia design István Böjte
Branchie design Silvia Basso + Giuliana Tammaro
Branchie design Silvia Basso + Giuliana Tammaro
RAY design Simone Gasperi
Tavolo RAY design Simone Gasperi
Tavolo RAY design Simone Gasperi
Sedia MICKY design Simone Gasperi
Tavolo MYRA design Michael Kainhofer
Tavolo MYRA design Michael Kainhofer
Tavolo MYRA design Michael Kainhofer
Bicchieri Handglass design Idoia Mendiola
Bicchieri Handglass design Idoia Mendiola
Strumento musicale a percussione Sinori design Filippo Sironi
Strumento musicale a percussione Sinori design Filippo Sironi
Tavolo da disegno Come & Draw design Tian Tang
Tavolo da disegno Come & Draw design Tian Tang
15/5/2012 - Il famoso detto “una mela al giorno ...” si trasforma in “un designer/progetto al giorno”, da cui il titolo dell’iniziativa e del concorso A designer A day, presentato durante il Fuorisalone 2012. 

 La Trentina, azienda che produce e commercializza mele, in collaborazione con DesignHUB e con la supervisione scientifica del dipartimento INDACO del Politecnico di Milano, ha voluto sostenere e promuovere giovani designer under 35, dando spazio alla loro creatività attraverso un contest. Nessun limite per la tipologia di progetto da presentare che doveva solo essere AUTOPRODOTTO.

Una scommessa vinta: infatti in poco più di una settimana dalla pubblicazione del bando (che si era aperto il 26 marzo chiudendosi il 6 aprile), il concorso conferma un fenomeno che si manifesta sempre di più con forza e passione anche nei numeri: circa un centinaio di candidature in soli 10 giorni. Tanti progetti e tante idee, spesso di assoluta qualità.

Quella dei designer autoproduttori è una realtà emergente, che va incoraggiata, come ha fatto La Trentina, azienda che non si occupa di design ma che ha creduto e crede di poter comunicare attraverso di esso, in maniera innovativa e creativa.

DesignHUB e il dipartimento INDACO del Politecnico di Milano hanno reso possibile tutto questo, selezionando i vincitori e creando un archivio online e consultabile gratuitamente di tutti i progetti autoprodotti partecipanti, un database unico nel suo genere, che si auspica possa incrementarsi con il tempo e possa diventare un terreno di dialogo e di nuove proposte. (http://www.designhub.it/adad/category/designer/partecipanti).

Sette i progetti selezionati che sono stati esposti durante il Fuorisalone:
- István Böjte (ungheria) con Kopia, accessori componibili in porcellana e sughero, ispirati ad un antico culto ungherese del XVIII secolo
- BRANCHIE [Silvia Basso + Giuliana Tammaro](italia) con Branchie spead, quartino con attitudine “parassita”
- Simone Gasperi (italia) con RAY, tavolo “senza metallo” e MICKY, sedia “svedese”
- Michael Kainhofer (austria) con MYRA, tavolo realizzato utilizzando il minor numero possibile di materiale e macchinari
- Idoia Mendiola (spagna) con Handglass, collezione di bicchieri muranesi “appesi” 
- Filippo Sironi (italia) con Sinori, strumento musicale a percussione
- Tian Tang (cina) con Come & Draw, tavolo da disegno per bambini destinato agli spazi pubblici

Una menzione speciale è stata attribuita a Dale Hardiman (australia) con Klag, sedia realizzata con un nuovo materiale cementizio con capacità strutturali.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui