Carrello 0
DESIGN NEWS

Aran Cucine e le nuove proposte ai Saloni

Nuove interpretazioni in cucina

Vedi Aggiornamento del 06/11/2014
28/05/2012 - Aran Cucine, in occasione dell'ultima edizione di Eurocucina, ha presentato le novità firmate da grandi nomi del design:

KARAN e KOOK design Karim Rashid
Karim Rashid ha progettato per ARAN CUCINE i Concept KARAN e KOOK presentati a EUROCUCINA 2012.

Karan
Blocco isola in stirene spruzzato di resina poliuretanica bianca con top in sintetico (acrilico) con lavello saldato e torretta meccanizzata con LED. Rubinetto a scomparsa con coperchio multifunzionale per lavello. La parete colonne è invece realizzata con mobili in modulo verticale 12 con zoccolo da 6 cm. Questa è un blocco operativo al cui interno sono disposti tutti gli spazi per la cottura, l’aspirazione, la refrigerazione, lavaggio e contenitivo. Oltre a ciò vi è inserita l’area entertainment, infatti dietro lo specchio vi è un LCD da 32” che al momento dell’accensione si rende visibile sulla superficie dello specchio.

Kook
La composizione a parete è caratterizzata dalla forme sinuose e da un concetto ergonomico del tutto innovativo. Il Work-Top  con una profondità di più di 90 cm. contribuisce ad una migliore disposizione degli elementi di cottura e lavaggio nonchè ad una più funzionale fruibilità. Vengono, così, anche implementati i volumi adibiti al contenimento mantenendo una armonia delle forme. Anche la luce è protagonista con i LED disposti sotto il top  a evidenziare la gola in alluminio colore magenta e con quelli all’interno del pensile sopralzo che illuminano il bordo del vetro rendendo la cucina  brillante e funzionale.

Pensile sopralzo con serrandine in alluminio motorizzate. Top sagomato in resina acrilica nera con lavello saldato e coperchio multifunzionale, miscelatore a scomparsa cromato. Profilo gola piatto  in alluminio estruso verniciato Magenta. Cappa EKO in vetro situata all’interno dell’elemento pensile. Fianchi di finitura in acrilico spessore 12 mm. Mensole in cristallo con profilo di fissaggio dotato di LED e del relativo sensore che rileva il movimento della serranda in alluminio. Serrandina a doghe in alluminio verniciato nero motorizzata.

BELUGA design Ferruccio Laviani
Ferruccio Laviani presenta per ARAN CUCINE il Concept BELUGA in occasione di EUROCUCINA 2012.

Beluga di Laviani entra nel panorama compositivo Aran Cucine come composizione di sobria eleganza, in grado di interpretare lo spazio che la contiene e ritmarlo con sapienza musicale: Beluga è una vera e propria orchestra in grado di mixare con gusto luci e ombre, vuoti e volumi, lamiera ed essenze naturali. La composizione gioca su due concetti fondamentali, il primo è quello prettamente moderno di inserire la luce come quarta dimensione dello spazio permettendo di costruire un equilibrio cromatico e materico tra la tesa linearità dei tubolari metallici, che ritmano la composizione, la massa dell’anta in rovere termotrattato, che da forza alla combinazione, e la lamiera forata, elemento di leggerezza e fusione grazie all’unione con la luce.

Il secondo concetto della filosofia Beluga è la planarità: le ante con apertura scorrevole complanare non ingombrano e permettono di accedere agevolmente all’interno dei contenitori. Il risultato è un vero e proprio esempio di design experience, esperimento sensoriale che coinvolge i cinque sensi, sistema concreto ad architettura aperta.

ROYALE design Marco Corti
Marco Corti ha progettato per ARAN CUCINE ROYALE

Royale, design by Marco Corti, è la risposta in chiave compositiva alle nuove dinamiche del vivere quotidiano: i ritmi contemporanei insieme le esigenze dinamiche dei giorni nostri, influenzano gli ambienti dove viviamo e Royale non fa che interpretare a pennello queste nuove esigenze e riscrivere le regole dello spazio cucina: da mobile a vero e proprio ambiente cucina. Lo spazio della composizione si sviluppa fino a divenire parte integrata e integrante della zona living. Royale è una vera e propria formula pensata per cucinare e muoversi comodamente, per conservare e guardare, per sedersi e parlare, per svelare e nascondere in un unico insieme. Sistema dunque di grande versatilità compositiva, con la vastissima quantità di moduli che consentono di sviluppare le composizioni nello spazio tanto in direzione orizzontale quanto verticale.

L’ecletticità si traduce anche in un ventaglio di opzioni in fatto di finiture dell’anta da 28 mm con maniglia a vaschetta incassata in testa. Le scelte vanno dalle essenze naturali dell’acacia termotrattata, del noce canaletto, dell’ebano, del rovere precomposto (8 tinte lucide e opache), del rovere termo trattato spazzolato e del rovere tranchè, ai laccati, proposti in tinta unita (24 colori lucidi e opachi), nelle tinte metallizzate (7colori) e in tinta unita sull’anta tramata (24 colori lucidi e opachi), fino a comprendere i laminati tinta unita (lucidi e opachi) e i laminati wood, in cinque essenze. Concreta duttilità anche dal punto di vista funzionale: il sistema di aperture complanari nelle armadiature e pensili permette da un lato di accedere comodamente all’interno delle zone funzionali e tecnologiche, dall’altro di nascondere alla vista, quando non necessari, gli elettrodomestici e i blocchi operativi.

Uniqa design Giampiero Gialanella

Uniqa rompe le tradizioni delle culture culinarie che spogliano le mode e il design per una cucina normale da “sporcare” e consumare tutti i giorni. Gli elementi confluiscono in un unico spazio funzionale ed elegante in grado di lanciare uno stile riconoscibile per tutta la casa. Istrionica, poiché pronta a trasformarsi in una parete scenografica che nasconde lavabi e pensili, Uniqa è salda materia ma anche estrema leggerezza con la superficie di un tavolo in vetro che sembra scomparire, con uno schermo TV incassato nell’anta in vetro, con uno zoccolo che sfiora il suolo alla conquista di uno spazio non ancora sfruttato. Uniqa cambia il suo aspetto adattandosi a stili di vita diversi, sempre nuovi e liberi. Scegliere Uniqa è puntare dritto lo sguardo all’orizzonte, verso nuova frontiera funzionale e formale.

WATCH IT design Riccardo Vincenzetti

WATCH IT nasconde il segreto della propria essenza formale e compositiva nel proprio nome: la chiave di lettura di questa composizione è nell’osservazione dei dettagli. È sufficiente soffermarsi a guardarla per gustare la raffinata scelta delle soluzioni formali adottate: l’anta, in multistrato da 16 mm, oltre a giocare con le proposte di finiture superficiali che vanno dalla soluzione dogata a quella liscia a quella fresata fino a quella operata, lascia, come ultima sorpresa, al momento dell’apertura, la raggiatura lungo il bordo con il multistrato a vista. La scelta dei materiali costituenti è raffinata e attinge ad un patrimonio estremamente familiare, basta pensare alla ceramica che sembra cucita addosso alla composizione per costituirne lavello, top e i tanti deliziosi vasetti concepiti per la crescita del proprio giardino domestico.

È una composizione quella di WATCH IT che sembra riuscire a non prendersi troppo sul serio, lasciando spazio a chi la vive di sperimentare e muoversi con una libertà che ricorda quella di laboratorio, con lo spirito della scoperta che ricorda quello di un bambino. WATCH IT a Eurocucina si presenta adornata con piantine di basilico, prezzemolo, mentuccia, contribuendo a diffondere un nuovo stile di vita. Semplice ed efficacissimo. Attrezzare l’orto in cucina significa tante cose, tutte utili e preziose, e produce un indotto, in termini di benessere, individuale e collettivo, migliorando l’estetica della cucina, della casa, avvicinandoci alla natura, ai suoi cicli, ai suoi misteri e anche alle sue sorprese; gratifica il servizio domestico con prodotti naturali, fatti in casa.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati