Carrello 0
Veneta Cucine, le proposte ad Eurocucina 2012
DESIGN NEWS

Veneta Cucine, le proposte ad Eurocucina 2012

Commenti 2791

Le nuove interpretazioni dell'universo cucina

Commenti 2791
25/05/2012 - Cosa significhi essere un brand di riferimento internazionale, Veneta Cucine lo ha dichiarato con forza ad Eurocucina 2012, attraverso la rappresentazione del suo pensiero sul modo di progettare e vivere l’ambiente cucina. Un pensiero che è frutto di una ricerca costante dei comportamenti e degli stili di vita dei consumatori, oggi sempre più orientati ed attratti verso prodotti che sappiano trasformarsi in progetti reali, nei quali riconoscersi come protagonisti, unici ed originali.

Lo spazio espositivo di circa mille metri quadrati, a cura degli architetti Dante Donegani & Giovanni Lauda, ha proposto nuove letture e nuove interpretazioni dell’universo cucina che superano gli schemi e le distinzioni tradizionali: non più suddivisioni rigide tra classico e moderno, ma soluzioni che sanno conciliare la memoria del passato con formule innovative, per generare nuove estetiche contemporanee. I prodotti sono messi in relazione tra loro come sistemi che seguono inusuali logiche di combinazione, capaci di far scattare processi creativi sempre diversi, di creare emozioni e coinvolgimento.

Ventidue progetti si snodano lungo il percorso, sviluppato intorno ad un corpo centrale, coperto da un tetto a cupola rosso. E’ questo il luogo dove si manifesta lo stretto rapporto tra Veneta Cucine e il mercato. Il tutto intorno ad un grande camino, creato da Andrea Branzi, simbolo di un umanesimo nuovo del quale Veneta Cucine si fa interprete oggi.

Le proposte:
- RI-FLEX, la forza espressiva del vetro, declinato in più soluzioni cromatiche, caratterizza questo progetto che risponde con concretezza ed eleganza alle più sofisticate esigenze estetiche e funzionali.

- Il “Quick Design” di Veneta Cucine, ovvero progetti ad alto contenuto di design e a basso impatto economico, dove i concetti di facilitazione, semplificazione, praticità immediata, sono applicati superando la modularità abituale. Tre le significative esemplificazioni del Quick Design: Start-Time e Start-Time.GO 25, design Daniela ArchiuttiFace, design Elisa e Stefano Giovannoni, Sandolino, design Andrea Branzi, una nuova tipologia di cucina. Sandalino una nuova tipologia che supera il concetto classico di cucina componibile a misura attraverso l’aggregazione dei diversi elementi, ma che sfrutta lo scorrimento (come il sandolino veneziano che scivola sull’acqua) di due componenti indipendenti e sovrapposte, che facilitano il montaggio e il suo adattamento manuale a qualunque dimensione dell’ambiente. Si tratta dunque di una cucina flessibile e ospitale, dove si può cucinare, ma anche lavorare e dormire. Una tipologia di cucina adatta alle esigenze della vita contemporanea, dove le diverse funzioni tendono a fluidificare creando un habitat originale che si adatta alla complessità della vita contemporanea.

- La nuovissima versione Ecocompatta, design Paolo Rizzatto, un progetto realmente sostenibile ma nello stesso tempo segnato da un deciso carattere estetico e stilistico evidenziato dall’uso del legno e del vetro. La collaborazione con Whirlpool la dota di elettrodomestici green di nuova generazione.

- Frame, design Stefano e Elisa Giovannoni, quarta alternativa del progetto Liquida. La cucina come fulcro centrale dell’ambiente. Oggetto autoportante, tecnologico e funzionale attorno al quale condividere nuovi rituali domestici.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa