Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Rinnovabili, proposte modifiche al quinto Conto Energia

di Rossella Calabrese
Commenti 9059

In Senato una mozione che chiede un tavolo di confronto Governo-operatori

Vedi Aggiornamento del 08/06/2012
Commenti 9059
07/05/2012 - Prosegue senza sosta la mobilitazione delle Associazioni delle rinnovabili per modificare le bozze del quinto Conto Energia per il fotovoltaico e del decreto per l’incentivazione delle altre rinnovabili.
 
In vista della Conferenza Stato-Regioni, programmata per il 10 maggio, che dovrà esprimere il suo parere sulle due bozze di decreto, le Associazioni del settore* presenteranno domani alla stampa le proprie proposte di modifica ai decreti e le linee guida per il futuro della generazione distribuita ed efficiente in Italia.
 
Le stesse proposte verranno presentate anche al Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, in occasione degli “Stati generali delle rinnovabili e dell’efficienza energetica in Italia” in programma il 9 maggio a Verona nell’ambito di Solarexpo, la Fiera internazionale dedicata alle rinnovabili e alla generazione distribuita.
 
Ricordiamo che l’11 aprile scorso il Governo ha presentato le bozze del quinto Conto Energia per il fotovoltaico e del decreto per le altre rinnovabili: il quinto Conto Energia prevede un taglio del 35% degli incentivi (leggi tutto), mentre il decreto per le altre rinnovabili allinea gli incentivi alla media europea e introduce meccanismi per governare la nuova potenza installata (leggi tutto).
 
Per quel che riguarda il quinto Conto Energia, una serie di proposte di modifica del testo sono state presentate nei giorni scorsi dalle Associazioni agli organi tecnici della Conferenza delle Regioni: tra le richieste, il mantenimento del tetto di spesa a 7 miliardi di euro, la limitazione del nuovo meccanismo del Registro agli impianti fotovoltaici di potenza superiore a 200 KWp, il ripristino del premio per l’utilizzo di componentistica Made in Europe (leggi tutto).
 
Relativamente alle altre rinnovabili invece, il neonato Coordinamento delle Associazioni delle Rinnovabili Termiche e dell’Efficienza energetica (C.A.R.T.E.), costituito con l’obiettivo di ottenere più attenzione sul ruolo delle rinnovabili termiche nelle politiche italiane di promozione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, ha già chiesto al Governo di definire un quadro di misure stabili con orizzonte 2020 che preveda, in particolare, nuovi contributi per i piccoli interventi, la stabilizzazione dei regimi di agevolazione fiscale, il coordinamento con i sistemi di incentivazione regionale (leggi tutto).
 

Nei prossimi giorni la questione delle rinnovabili sarà all’attenzione dell’Aula del Senato: è infatti in calendario l’esame di una mozione presentata dalla senatrice Simona Vicari. La mozione - pubblicata il 3 aprile scorso, quindi prima della presentazione delle bozze dei decreti - chiede al Governo di:
- istituire un tavolo di confronto tra Governo ed operatori, finalizzato a calibrare i sistemi di sostegno alle rinnovabili, tenendo conto delle ricadute sulla filiera industriale nazionale, sull’ambiente, sul mix energetico, sull'occupazione, sulla gestione del territorio, oltre che sulla componente A3 della bolletta elettrica;
- rinviare i nuovi sistemi incentivanti, in modo da garantire lo stesso arco temporale tra l’approvazione dei decreti e l’attivazione delle nuove modalità previste dal Dlgs 28/2011;
- emanare in tempi rapidi i decreti per l’incentivazione delle rinnovabili elettriche (diverse dal fotovoltaico) e termiche.
 
 
* AES - Azione Energia Solare, AGROENERGIA, AIEL - Associazione Italiana Energie Agroforestali, ANEST - Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica, ANEV - Associazione Nazionale Energia dal Vento, ANIE-GIFI-Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, ANTER - Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, APER - Associazioni Produttori Energia da Fonti Rinnovabili, ASCOMAC – COGENA, ASSIEME – Associazione Italiana Energia Mini Eolico, ASSO ENERGIE FUTURE, ASSOLTERM - Associazione Italiana Solare Termico, ASSOSOLARE - Associazione Nazionale dell'industria Solare Fotovoltaica, ATER - Associazione Tecnici Energie Rinnovabili, CIB – Consorzio Italiano Biogas, COMITATO IFI – Industrie Fotovoltaiche Italiane, CPEM - Consorzio dei Produttori di Energia da Minieolico, FEDERPERN - Federazione Produttori Idroelettrici, FIPER - Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili, GIGA - Gruppo Informale per la Geotermia e l'Ambiente, ISES ITALIA, KYOTO CLUB. Con l’adesione di: Greenpeace, Legambiente, Wwf.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui