Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus idrico da 1000 euro per ridurre gli sprechi di acqua
RISPARMIO ENERGETICO Bonus idrico da 1000 euro per ridurre gli sprechi di acqua
AMBIENTE

Calamità naturali, stop alla polizza assicurativa

di Rossella Calabrese

La Camera boccia la norma contenuta nel decreto di riordino della Protezione Civile

Vedi Aggiornamento del 06/12/2012
Commenti 4653
19/06/2012 - Ha avuto vita breve la proposta di estendere la copertura delle polizze assicurative sui fabbricati privati ai rischi derivanti dalle calamità naturali.
 
La norma, contenuta nell’articolo 2 del DL 59 del 15 maggio 2012 per il riordino della Protezione Civile, è stata infatti soppressa dalle Commissioni Ambiente e Affari costituzionali, nel corso dell’esame per la conversione in legge.
 
L’articolo 2 del DL 59/2012 prevedeva che, entro 90 giorni dall’entrata in vigore del DL stesso, dovesse essere predisposto un Regolamento per l’attuazione del nuovo regime assicurativo, tra i cui criteri c’era l’esclusione, anche parziale, dell’intervento statale per i danni subiti dai fabbricati, cioè lo Stato non avrebbe più risarcito i cittadini per i danni causati da calamità naturali (leggi tutto).
 
L’ipotesi aveva immeditamente allarmato chi è stato colpito da eventi calamitosi o risiede in zone ad alto rischio, cioè nell’85% dei Comuni italiani, secondo una ricerca di Legambiente (leggi tutto).

La discussione in Parlamento prosegue sugli altri articoli del Decreto-legge, quelli finalizzati a riorganizzare la struttura operativa della Protezione Civile, accelerare i tempi d’azione e rafforzare l’efficacia nel monitoraggio il controllo e nella gestione delle emergenze.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui