Carrello 0
AZIENDE

Urmet lancia Sinthesi Steel: la nuova pulsantiera ad elevata resistenza

Commenti 3387

Commenti 3387
14/06/2012 - Urmet SpA presenta Sinthesi Steel, una nuova pulsantiera antivandalo realizzata interamente in acciaio, per assicurare un grado di protezione agli urti IK09 ed un indice di resistenza alle infiltrazioni di liquidi e micropolveri IP45.

Si tratta di un’importante estensione della gamma Sinthesi che soddisfa i più severi standard di sicurezza e robustezza richiesti dal mercato, grazie anche alle scatole da incasso in ferro che la rendono resistente agli atti vandalici. Inoltre, risponde alle richieste di semplicità e funzionalità da parte dell’utenza, poiché è stata progettata, da un lato, per essere compatibile con i sistemi videocitofonici digitali e analogici di Urmet e, dall’altro, per utilizzare la stessa scatola da incasso della Sinthesi in versione tradizionale, lasciando a chi la installa la scelta nel comporre la pulsantiera in base alle proprie necessità.

Elegante, connotata da un design di carattere, si contraddistingue per la cura del dettaglio evidenziata dai pulsanti di chiamata a filo del frontale e dalla retroilluminazione a led di colore bianco, che conferisce alla pulsantiera uno stile al contempo raffinato e tecnologico.
Nella versione video viene utilizzata una telecamera a colori wide angle, con campo visivo a 120°, che rende la pulsantiera un vero dispositivo di sicurezza, di monitoraggio dell’area circostante la propria abitazione e di controllo accessi.

Sinthesi Steel è stata progettata in conformità alle normative relative alle persone diversamente abili, in particolare a quelle non vedenti ed audiolese. La pulsantiera si può infatti integrare con due nuovi dispositivi: il DDA (Disability Discrimination Act) e l’ILA (Induction Loop Antenna). Il DDA, con la sintesi vocale e segnalazioni luminose, permette di conoscere l’attività in corso nell’impianto (chiamata in corso, porta aperta). Il Modulo ILA consente, invece, alle persone non udenti, che usano l’apparecchio acustico, con modalità di funzionamento “T”, di partecipare alla conversazione citofonica.

Notevoli i vantaggi anche per chi installa la pulsantiera. L’elevato numero di funzioni presenti permette di gestire l’impianto rispondendo pienamente alle esigenze espresse dalla Committenza. Inoltre, Sinthesi Steel, se utilizzata nell’ambito degli impianti digitali, evita il cablaggio dei pulsanti con un’importante ricaduta in termini di velocità di installazione. L’utilizzo dei medesimi componenti all’interno della linea Sinthesi, migliora la gestione complessiva del magazzino, anche per quanto riguarda la reperibilità delle parti di ricambio.
 
Marco Canova, Product Manager Sistemi di Videocitofonia di Urmet, dichiara: “Quando lavoriamo sulle idee dei prodotti nuovi, abbiamo sempre un doppio scopo: il rinnovamento tecnologico e la continuità. Sinthesi Steel, che sarà disponibile sul mercato italiano entro l’inizio dell’estate, conferma questa regola. È innovativa, estremamente resistente, ma allo stesso tempo compatibile con i precedenti impianti.”

Gruppo Urmet (www.urmet.com): gruppo italiano con presenza internazionale che progetta, sviluppa e commercializza sistemi domotici per la comunicazione e la sicurezza integrata, sistemi per la gestione e il risparmio di energia; sistemi e soluzioni per le telecomunicazioni.

In Italia è leader per i sistemi videocitofonici, telefonici, l’automazione e il controllo degli accessi, per i sistemi professionali di antintrusione, antincendio e videosorveglianza, per le serie civili.

Dall’abitazione privata fino alle grandi infrastrutture dei settori terziario e industriale il gruppo si propone come partner per tutte le esigenze progettuali e installative garantendo la qualità dei prodotti e un servizio al cliente capillare e costante.

Gruppo Urmet su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa