Carrello 0
DESIGN NEWS

Boffi: novità, invenzione e innovazione

Le proposte flessibili per spazi su misura

Vedi Aggiornamento del 14/01/2013
01/06/2012 - Novità come naturale sviluppo di cromosomi esistenti all'interno della produzione e della storia Boffi. Ma novità anche come creazione di outsider, a sottolineare il ruolo di leadership di Boffi nella creatività.
Novità come risultato di una necessità profonda, impulso organico alla crescita e al miglioramento costante. Ma novità anche come invenzione di concetti, forme, visioni nuove.

Da una parte, dunque, proposte di innovazione diffusa e trasversale. Nuovi materiali, finiture, accessori, modelli che creano a cascata una quantità di novità polverizzate nelle tre linee di prodotto - cucine, bagni, sistemi con l'obiettivo di creare un ventaglio di soluzioni sempre più flessibili e interessanti per una clientela che ama costruirsi su misura lo spazio in cui vive.

Dall'altra, eccellenze come k20 di Norbert Wangen, proposta pensata per l'alto di gamma della collezione Boffi: estremizzazione di misura formale, geometria pura fatta cucina secondo una linea di rigore che come un fil rouge attraversa la storia dell'azienda. Accanto a questa proposta, Xila 0.9 prende vita in nuove versioni sempre più leggere ed essenziali, con la scoperta di piani e ante in vetro. Fanno la loro apparizione i tavoli Fold di Piero Lissoni con struttura totalmente in legno massello.

Sempre firmata da Piero Lissoni, Aprile sperimenta nuovi i piani in Corian® bianco e in acciaio inox supersottile, oltre alle nuove ante in massello a doghe trattate a olio, di differente larghezza e spessore con elegante effetto tridimensionale.

A cavallo fra le novità e l innovazione la sempreverde Minikitchen progetto di Joe Colombo rieditata quest anno in multistrato marino rivestito di laminato per consentirne un uso anche all esterno.

Il bagno registra l'ingresso di nuovi elementi pensati per arricchirne la fisionomia, come Tape, la doccia di Monica Armani: un volume aereo in cristallo attraversato da un nastro in acciaio. O i contenitori Quadtwo di Jeffrey Bernett, evoluzione di un progetto pensato per ambienti ridotti, cui sono aggiunti vani di contenimento.

O i sistemi mobili bagno creati da Norbert Wangen e Piero Lissoni: b20 e b21, rigorosi e compatti, e Soho di proporzioni ardite e con ante e piani in vetro per un risultato che mescola leggerezza e sobrietà. Sempre di Piero Lissoni, i sanitari XY. Un piccolo gioiello per il muro è lo specchio Index di Felicia Ferrone, piccola architettura che amplifica luce e spazio.

Evoluzioni interessanti anche nei sistemi, a sottolineare la vocazione di Boffi a creare veri e propri elementi architettonici pensati come strumenti di progettazione per ripartire e definire gli spazi.

Due novità in questo senso, firmate da Piero Lissoni: Greene, sistema di porte scorrevoli auto portanti, da pavimento a soffitto, con telai in alluminio spazzolato e ante in vetro trasparente. E Brompton, grande struttura metallica multifunzione con mensole, realizzata con montanti in alluminio, da pavimento a soffitto o a parete, adatta a essere utilizzata come libreria, ma anche in cucina, bagno e zona notte.

Infine, CTline di Victor Vasilev: sistema di contenitori a colonna ispirati agli skyline metropolitani, originali come librerie, ma progettati per un uso poliedrico in ogni ambiente della casa.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati