Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
TECNOLOGIE Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
URBANISTICA

Sanatoria catastale, al via l’anagrafe immobiliare integrata

di Paola Mammarella

Servizio sperimentale attivo in 117 Comuni, non più separate le banche dati catastali e ipotecaria

Vedi Aggiornamento del 10/10/2013
Commenti 9956
31/07/2012 – Nuove risorse per la sanatoria catastale e gli accertamenti nel settore immobiliare. Da giovedì scorso è operativa in via sperimentale l’anagrafe immobiliare integrata, servizio che consente la consultazione integrata delle banche dati catastali e ipotecaria.
 
La novità, comunicata dall’Agenzia del Territorio, è disponibile in 117 comuni e renderà possibile l’acquisizione di informazioni dai due archivi, nati e gestiti storicamente in forma separata.
 
Con l’anagrafe immobiliare integrata, istituita nel 2010 dalla manovra per la stabilizzazione finanziaria e la competitività economica, si mette a disposizione della trasparenza e del governo del territorio una nuova infrastruttura informativa che integra i dati , ipotecari e catastali gestiti dall'Agenzia del Territorio.
 
Come riferito dall’Agenzia del Territorio, su questa infrastruttura è possibile sviluppare nuovi servizi per la creazione di un moderno sistema inventariale a supporto del governo del territorio.
 
Ricordiamo che la sanatoria catastale è stata introdotta dalla manovra del 2010, che ha avuto come obiettivo l’emersione degli “immobili fantasma” non dichiarati al Catasto, ed è stata preceduta da una serie di rilievi e fotografie aeree avviati a partire dal 2007.
 
La sanatoria catastale ha indagato tutte quelle situazioni in cui eventuali costruzioni o modifiche non erano state dichiarate, evitando così il pagamento di tasse maggiorate. Diversa è invece l’indagine sulla regolarità dei permessi, che rientra nelle competenze dei Comuni.
 
Ricordiamo inoltre che il riordino della materia si ripercuote nelle compravendite e nelle locazioni degli immobili. Per stipulare contratti di compravendita e affitto di edifici iscritti al catasto edilizio urbano, i dati catastali devono infatti essere allineati a quelli dei registri immobiliari.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui