Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, l’offerta tecnica va analizzata per prima

di Paola Mammarella

CdS: condizioni economiche esaminate in un secondo momento per garantire il principio di imparzialità

Vedi Aggiornamento del 30/01/2013
09/08/2012 – Negli appalti aggiudicati con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione della parte tecnica dell’offerta deve avvenire prima del giudizio sulla componente economica. Si è espresso in questi termini il Consiglio di Stato, che con la sentenza 1862/2012 ha fornito uno scaletta delle procedure cui la commissione di gara deve attenersi.
 
Secondo il CdS, questa scala di priorità si rende necessaria per evitare che la conoscenza dell’offerta economica possa influenzare il giudizio sulle soluzioni tecniche proposte, violando i principi di trasparenza e imparzialità.
 
A detta del CdS deve anche essere garantita la segretezza delle offerte. È quindi fondamentale la tutela dell'integrità delle buste da parte della commissione di gara, che deve predisporre specifiche cautele a tutela dell'integrità e della conservazione delle buste contenenti le offerte, di cui deve farsi menzione nel verbale di gara.
 
A discrezione dell’Amministrazione aggiudicatrice, possono inoltre essere esaminate le giustificazioni sulla non anomalia dell'offerta. In questo ambito, sostiene il Consiglio di Stato, il giudice interviene solo in caso di errori di valutazione evidenti e gravi.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Partecipa