Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate, come ci si regola dove i piani non hanno zone A e B?
RISTRUTTURAZIONE Bonus facciate, come ci si regola dove i piani non hanno zone A e B?
RISPARMIO ENERGETICO

Toscana, 16 milioni di euro per rinnovabili ed efficienza energetica

di Giovanni Carbone

Finanziamenti per progetti già approvati, altri fondi per il fotovoltaico integrato

Vedi Aggiornamento del 14/12/2012
Commenti 3782
24/10/2012 - Con un finanziamento di 16,5 milioni di euro in favore di soggetti pubblici e privati, la Regione Toscana promuove la realizzazione di sistemi di produzione di energia da rinnovabili, di risparmio e di efficienza energetica.
 
Una quota degli incentivi (8,5 milioni) finanzierà lo scorrimento della graduatoria dei progetti già ammessi dal Decreto regionale 3065/2009 riguardanti interventi di ristrutturazione nell’edilizia scolastica, sanitaria, sportiva e cimiteriale con l’impiego di soluzioni progettuali sostenibili e per la riduzione dei consumi energetici.
 
Gli altri 8 milioni saranno erogati attraverso il nuovo Bando regionale emanato con il Decreto 4640/2012 e saranno destinati a progetti di produzione di energia da fonti rinnovabili, previsti nel Programma Operativo Regionale, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.
 
Il bando destina una parte delle risorse (3 milioni) ad interventi localizzati nelle aree di crisi industriale di Prato e Massa e Carrara (individuate dalla dgr 1156/2010), i restanti 5 milioni in favore di interventi inerenti “impianti solari fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative”, come definiti dal DM 5 maggio 2011.
 
I soggetti beneficiari del Bando sono piccole, medie e grandi imprese, consorzi o società consortili, (anche cooperative), enti locali, aziende sanitarie e altri enti attivi nel settore economico. L’aiuto va dal 60% del costo ammissibileper le grandi imprese fino all’80% per le piccole.
 
La domanda di partecipazione deve essere inoltrata online tramite il sistema gestionale POR CREO dal sito internet www.artea.toscana.it entro il 16/11/2012.

Per essere ammesso al bando, l’investimento non deve essere avviato prima che i beneficiari abbiano presentato domanda di partecipazione; i progetti, invece, dovranno essere realizzati e completati, dal punto di vista tecnico-economico, entro il 31/12/2014.


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Liguria, quali scenari si aprono per architetture e cantieri? Partecipa