Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
NORMATIVA Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
TOPOGRAFIA

Immobili, per il Catasto non è rilevante l’interesse storico

di Paola Mammarella

I vincoli determinano invece sconti fiscali e si può chiederne l’annotazione nei registri immobiliari

Vedi Aggiornamento del 06/11/2012
Commenti 6781
12/10/2012 – Il riconoscimento dell’interesse culturale di un immobile non influisce sul suo classamento catastale. Lo ha spiegato l’Agenzia del Territorio con la circolare 5/2012 emanata nei giorni scorsi.
 
Secondo quanto emerge dal testo della circolare, la categoria catastale viene attribuita basandosi unicamente sulla destinazione dell’unità immobiliare, sulle sue caratteristiche e sul contesto territoriale e urbanistico.
 
Dal momento che l’interesse storico – culturale e la presenza di vincoli incidono invece sul regime tributario, il proprietario dell’immobile può chiedere, attraverso una domanda di annotazione, che il carattere di bene culturale risulti anche in Catasto e nei registri immobiliari.
 
Il chiarimento dell’Agenzia del Territorio si è reso necessario in seguito ai dubbi, manifestati da numerosi contribuenti, sulla possibilità di attribuire agli immobili di interesse storico la categoria catastale A/9 – Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici.
 
L’Agenzia del Territorio ha ricordato che la disciplina sul patrimonio culturale è contenuta nel D.lgs. 42/2004 e che il riconoscimento dell’interesse culturale avviene con l’adozione di una verifica o di una dichiarazione, a seconda che la proprietà dell’immobile faccia capo a pubbliche amministrazioni o a privati. Dopo l’accertamento, l’immobile è sottoposto a tutela e devono essere rispettati una serie di vincoli, che danno luogo a diverse agevolazioni fiscali.
 
Il classamento dell’immobile segue invece le regole del Dpr 1142/1949, che sono indipendenti dalle modalità con cui è accertato il suo l’interesse culturale.
 
La categoria A/9 non è quindi quella di riferimento per gli edifici di interesse storico, che in base alla zona censuaria e all’utilizzo possono trovarsi anche in altre categorie catastali.
L’inquadramento nella categoria A/9, si legge nella circolare del Territorio, dipende esclusivamente dalle caratteristiche costruttive e tipologiche.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui