Carrello 0
A Bari la prima edizione del Green City Energy Med
AZIENDE

A Bari la prima edizione del Green City Energy Med

Un focus sulle potenzialità delle Smart City

22/11/2012 - Circa quattro quinti dell’energia prodotta al mondo, secondo la commissione europea, viene consumata nelle città dove si concentra più della metà dell’intera popolazione. I problemi dell’urbanizzazione, dunque, sono cruciali per lo sviluppo sostenibile. Una delle strade da percorrere è quella identificata oggi come “Smart City”: interventi di progettazione sistematica che vedono la città come un insieme coordinato e che utilizzano le tecnologie “intelligenti” per rendere i centri urbani sostenibili.

Bari punta a diventare una Smart City e ospita Green City Energy MED, due giorni di convegni, workshop ed eventi dedicati al tema della sostenibilità nell’area Mediterranea. Il 12 e 13 novembre si è svolta la prima edizione pugliese tra l’Ateneo ed il Centro Polifunzionale “Ex Poste” per studenti dell’Università di Bari. L'evento barese, organizzato da ClickUtility OnTheSea, in collaborazione con Elaborazioni.org, è promosso dal Comune di Bari, Provincia di Bari, Autorità Portuale del Levante, Università degli Studi di Bari, Politecnico di Bari e Confindustria Bari – Bat, con il patrocinio dell’associazione dei Comuni pugliesi Anci Bari, dell’ANCE Bari-BAT, dell’assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità e del Territorio della Regione Puglia e delle principali associazioni nazionali del settore dell’ambiente, energia e mobilità.

Alla presentazione all'ex Palazzo delle Poste hanno partecipato Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici Comune, che ha evidenziato come "realizzare questo importante appuntamento a Bari con presenze nazionali e internazionali sia un tema di primaria importanza per la trasformazione delle città e l'uso razionale dell'energia. A che punto è Bari? Non basta avviare due o tre iniziative, ma sicuramente siamo sulla buona strada. L'idea è quella di dare seguito in tempi brevi alle azioni che abbiamo immaginato".

Green City Energy MED rientra tra le tappe previste nel circuito nazionale “Green City Energy”, un circuito che, dopo il successo riscontrato nelle edizioni di Pisa (dal 2010 al 2012) e Genova nel 2011 (circa 3.000 partecipanti e oltre 350 relatori), è divenuto negli anni uno spazio di riflessione qualificato e all’avanguardia sui fattori di successo per la costruzione della città intelligente e sostenibile.

“Siamo lieti di aver scelto Bari come sede della terza tappa del circuito nazionale dedicato allo sviluppo della Smart City” afferma Carlo Silva Presidente ClickUtility. “L’appuntamento in onda a Bari - continua Silva - mette in particolare luce i casi esemplari di città mediterranee che puntano al traguardo di città intelligenti, sviluppando approfondimenti legati alla produzione energetica, ai green ports, alle reti intelligenti ed ai sistemi ICT, alla mobilità sostenibile e ai green logistics, all'intelligent building ed all'edilizia sostenibile. Attorno a questi temi si sono alternati per due giorni eventi congressuali di profilo internazionale e momenti dedicati all'esposizione di modelli e tecnologie per le imprese del mondo della green economy”.

Lo sviluppo delle Smart City nel Mediterraneo è stato uno dei focus centrali dell'evento barese. Al Forum hanno partecipato personalità del mondo accademico e della ricerca, anche a seguito di una “call for papers” a cui hanno risposto oltre 60 autori e alcuni dei loro contributi, già selezionati, sono stati presentati come poster e interventi nell’ambito dei convegni.

Per Domenico De Bartolomeo, Vice Presidente Confindustria Bari-BAT e Presidente ANCE Bari-BAT si tratta di "un'attività che arriva nel momento più giusto per la città. Le nostre aziende da tempo si stanno confrontando sul tema delle smart city e della green economy. Abbiamo preso parte all'organizzazione e alla formulazione di alcuni dei temi dibattuti per creare un impulso a quell'attività di promozione di Bari come Smart City. Questa due giorni può essere fondamentale perché rappresenta una possibilità di rinascita di una città dal punto di vista delle nuove tecnologie in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo".

Per Francesco Mariani, Presidente Autorità Portuale del Levante, "il tema delle compatibilità va affrontato su due fronti: quello infrastrutturale e quello tecnologico per la creazione di un porto ambientalmente sostenibile e integrato con il resto delle attività della città". I lavori del Forum Green City Energy MED sono stati avviati dalla Sessione Istituzionale di apertura, dedicata ad approfondire le opportunità di finanziamento e sistemi governance della città smart, ha visto anche la partecipazione di Michele Emiliano – Sindaco di Bari, Corrado Petrocelli – Rettore dell’Università di Bari, Nicola Costantino – Rettore del Politecnico di Bari, Magdalena-Andreea Strachinescu – DG Energy Commissione Europea, Giuseppe Zollino – Comitato Energia del 7° Programma Quadro, Marcello Capra - Ministero dello Sviluppo Economico, Mario Calderini - Consigliere del Ministro Profumo per le Politiche di Ricerca e Innovazione, Livio Gallo – AD Enel Distribuzione, Vitopaolo Nitti – Presidente di Fidindustria Puglia e Domenico De Bartolomeo – Presidente ANCE Bari e BAT.

“Il forum internazionale Green City Energy Med rappresenta un'opportunità imperdibile per discutere di Smart Cities”, dice il sindaco di Bari, Michele Emiliano. “Bari, che da tempo ha individuato nella sostenibilità la chiave per accrescere la competitività, la capacità di attrarre talenti, imprese e capitali sul territorio urbano, si è candidata a Smart city per poter lavorare concretamente alla costruzione della città di domani – continua Emiliano -. Perché è sempre più evidente che l’unica strada che garantisce crescita e sviluppo passa da una trasformazione “intelligente”. A proposito dell’evento il sindaco spiega che “la due giorni di lavoro in programma è l’occasione per presentare il progetto elaborato dall’amministrazione comunale di Bari nelle sue diverse articolazioni che riguardano la pianificazione urbanistica, l’efficientamento energetico, l’intermodalità dei sistemi di trasporto e un accesso più semplice all’informazione di pubblica utilità per i cittadini, secondo un nuovo approccio sistemico che interessa, in verità, l’azione di governance urbana nel suo complesso”.

A Bari ci sono poi due Università attentissime e molto attive sul tema. Per Nicola Martinelli, Prorettore del Politecnico di Bari, e Giuseppe Visaggio, docente Dipartimento di Informatica dell'Università degli Studi di Bari, la partecipazione al forum non poteva mancare. "Per i nostri giovani studenti è un'opportunita per contribuire alla riflessione che si sta facendo sulla città che è una delle candidate italiane per diventare Smart City insieme a Genova e Torino - ha detto Martinelli in conferenza -. Ritengo che adesso sia necessario lavorare intensivamente sulla community. Olandesi, danesi e altre realtà dell'Europa centro settentrionale ci dimostrano l'importanza della creazione di una smart community, e poi dobbiamo trovare una forma di integrazione con la "creative city", con le produzioni culturali, le aziende e confindustria per tentare anche la difficile ma interessante sfida di Bari a capitale europea della cultura". Per Visaggio si tratta di "un evento molto ben riuscito. Smart city: significa un sistema integrato di infrastrutture, persone e strumenti che operano per migliorare la qualità della vita con servizi al cittadino. Questo sistema ha bisogno di multisdisciplinarietà, necessariamente, quindi l'interesse dal punto di vista scientifico è enorme. Il programma mostra tutta la necessaria mutidisciplinarietà, il contributo e l'integrazione che ci deve essere tra componenti disciplinari e industriali. Capiremo qual è lo stato dell'arte di questo sistema nel nostro territorio".

Sono stati proposti, dunque, 6 convegni tematici di approfondimento tecnico con personalità del mondo istituzionale, accademico ed imprenditoriale. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha partecipato alla manifestazione sia alla parte conference sia in qualità di espositore, per presentare il progetto PON. Green City Energy MED è stata quindi l’occasione per fare il punto sul Programma Operativo Nazionale “Reti e Mobilità 2007 – 2013”. Il Programma, cofinanziato dall’Unione Europea e realizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, interviene in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia con l’obiettivo di migliorare e rendere più sostenibili le vie di comunicazione delle regioni del Sud, strategiche in relazione agli scambi commerciali con il Mediterraneo, l’Africa e l’Asia. Il PON finanzia quindi interventi sulle principali arterie di comunicazione e sui sistemi di trasporto intelligenti, sostenendo, nel contempo, le imprese della logistica.

LA NOVITA’ - Nell'edizione barese anche il primo “Smart Mobility Speed Dating", un evento teso a creare, attraverso un meccanismo nato per far incontrare persone, uno spazio di informazione sulle buone pratiche in tema di mobilità sostenibile. Questo momento ha permesso alla società civile ed alle associazioni partecipanti di presentare brevi speech e abstract di progetti, iniziative ed idee, attraverso una dinamica di confronto interattiva. La tecnica è quella dello speed dating classico, un social game pensato per favorire gli incontri fra single, incoraggiandoli a conoscere un gran numero di persone nuove. Da una parte ci sono 10 soggetti “A” (no profit, associazioni e singoli cittadini), che hanno un’idea, un progetto o un’esperienza legata al tema della smart city e della mobilità sostenibile. Dall’altra parte gli interlocutori sono 10 soggetti “B” (giornalisti, blogger, comunicatori e media partner – opinion maker) interessati a conoscere progetti ed esperienze interessanti sul tema della sostenibilità, per divulgarne i contenuti attraverso i media cui fanno riferimento. Lo Smart Mobility Speed Dating si è svolto il 13 novembre nello spazio dell’Ex palazzo delle Poste, con 10 speech da 6 min.

"Una sfida vinta - racconta Maurizio Difronzo, presidente di Elaborazioni.org - portare a Bari il circuito Green City Energy, con la prima tappa del MED, grazie ad un lavoro corale di tutto il Comitato Promotore. Ma, non potevamo, come Elaborazioni.org, non dare una forte connotazione dal punto di vista della mobilità sostenibile, nostro focus. Ecco perché, oltre ad aver curato l'organizzazione della prima sessione del convegno sulla Mobilità Sostenibile e l'annessa tavola rotonda tra amministratori sul tema delle Slow Town, abbiamo organizzato il primo Smart Mobility Speed Dating che permette di confrontarsi con modalità informali 10 idee di progetti e 10 opinion maker. Infine, un occhio di riguardo lo abbiamo riservato al Piano di Mobilità Speciale di accesso al Forum: promozione di navette elettriche, Park&Ride, risciò a chiamata e promozioni per chi arriva il car-pooling. Se si parla di Smart Cities, è bene iniziare a pensare ed agire in modo smart!".

Si ringrazia per il Piano di Mobilità Speciale messo a punto da Elaborazioni.org: l’AMTAB per le navette elettriche “circolare murattiano-manzoni” di collegamento tra i capolinea Park&Ride del centro e la sede del Forum, “carpooling.it” e “avacar.it” per la promozione in arrivo in car-pooling con promozione con il parcheggio di Piazza Cesare Battisti (GestiPark), la DEC di “GestiPark” per la promozione sul parcheggio, “VeloService” per i 4 ciclo-risciò a disposizione per gli spostamenti da e verso la sede nel Borgo Murattiano.

PARTNER AZIENDALI - Nella due giorni hanno contribuito circa 120 relatori provenienti da tutta Italia e importanti aziende del settore, tra cui Enel (Main sponsor) e Siemens (Gold sponsor).
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati