Carrello 0
AZIENDE

Betonrossi presenta Drainbeton, l'innovativo calcestruzzo drenante

Resistenza e sostenibilità ambientale senza compromessi

21/11/2012 - Dopo anni di ricerca e sperimentazioni Betonrossi presenta al mercato Drainbeton, un calcestruzzo drenante e fonoassorbente a elevate prestazioni, appositamente studiato per il settore delle pavimentazioni stradali. Una soluzione altamente performante, che grazie alle sue particolari caratteristiche di lavorabilità può essere messa in opera mediante l’utilizzo di finitrice stradale, garantendo così rapidità di messa in opera, pieno controllo delle caratteristiche plano-altimetriche e di regolarità superficiale della pavimentazione. La stesura, inoltre, avviene “a freddo”, quindi senza emissione di fumi nell’ambiente, né rischi per la sicurezza degli operatori, oltre che con notevole risparmio energetico.

Un prodotto innovativo che può essere impiegato in configurazione mono-strato (in colorazione naturale o pigmentata), oppure rivestito da uno strato di usura in conglomerato bituminoso drenante, a costituire pavimentazioni doppio-drenanti e fonoassorbenti caratterizzate da una maggiore vita utile, oltre che da un ridotto numero di interventi di manutenzione.

Il problema
L’impiego di materiali drenanti in ambito stradale è sempre più diffuso, sia per far fronte alle elevate esigenze di sicurezza di marcia anche in condizioni meteo sfavorevoli, sia come strumento per la regolazione dei deflussi delle acque piovane. Gli interventi di uso più comune consistono nell’impiego di conglomerati bituminosi drenanti o, in alternativa, di masselli autobloccanti.
I vantaggi legati alla facilità di messa in opera dei conglomerati bituminosi si scontrano però inevitabilmente con gli elevati costi delle materie prime, in particolare del bitume le cui quotazioni seguono quelle in costante aumento del petrolio, nonché con le problematiche relative alle temperature di messa in opera e alle conseguenti emissioni in atmosfera, nocive per l’ambiente e per gli operatori.
L’utilizzo di masselli autobloccanti risulta anch’esso particolarmente oneroso, sia dal punto di vista dei tempi, sia dei costi.

Le caratteristiche di regolarità superficiale richieste per l’opera, inoltre, non sempre risultano garantite, e nel caso in cui la struttura sia destinata a sopportare il passaggio di carichi dinamici, va ad aggiungersi anche il problema della scarsa stabilità del piano viabile, il quale può col tempo subire cedimenti localizzati con frequente dislocazione dei masselli. Drainbeton rappresenta la soluzione di questi problemi ed è in grado di soddisfare le diverse esigenze realizzative, strutturali ed estetiche, abbattendo allo stesso tempo sia i costi di realizzazione che quelli di manutenzione.

Posa in opera
Una delle innovazioni principali di Drainbeton consiste nella lavorabilità della miscela cementizia, che consente la posa in opera con procedure e mezzi del tutto analoghi a quelli normalmente impiegati nella realizzazione delle pavimentazioni stradali. In modo particolare, Drainbeton può essere steso mediante finitrice stradale: un aspetto che, oltre a consentire una elevata rapidità di messa in opera, garantisce anche il pieno controllo delle caratteristiche plano-altimetriche e di regolarità superficiale della pavimentazione. La compattazione del materiale è interamente affidata al banco della finitrice stradale: non è pertanto prevista alcuna fase di rullatura, con conseguenti vantaggi in termini di tempi e oneri di esecuzione per l’impresa.

La stesa, inoltre, avviene “a freddo”, quindi senza emissione di fumi nell’ambiente, né rischi per la sicurezza degli operatori, oltre che con notevole risparmio energetico. Va inoltre sottolineato che Drainbeton è a tutti gli effetti un conglomerato cementizio, pertanto la posa in opera del materiale può avvenire a temperature ambientali sensibilmente inferiori rispetto a quelle limite per i conglomerati bituminosi, arrivando anche fino a pochi gradi sopra lo zero. E nel caso di interventi di modesta superficie o in zone non accessibili alla finitrice, Drainbeton può essere steso e compattato mediante piastra vibrante. Infine, il basso ritiro igrometrico del materiale non richiede la realizzazione di alcun giunto di contrazione, né tantomeno l’utilizzo di armature.

Caratteristiche prestazionali
L’obiettivo che i laboratori di ricerca Betonrossi si sono posti all’inizio dello studio era quello di realizzare un materiale per applicazioni stradali che fosse non solo semplice e pratico da utilizzare, ma che allo stesso tempo potesse garantire elevate resistenze ai carichi e ottimi valori di drenabilità. Queste ultime due caratteristiche, normalmente contrastanti, sono state ottimizzate in modo equilibrato in Drainbeton, e portate a raggiungere valori particolarmente elevati.

La matrice a elevata percentuale di vuoti interconnessi, consente infatti a Drainbeton di drenare fino a 40 l/mq di acqua ogni secondo, senza però compromettere i suoi valori di resistenza a compressione che raggiungono valori superiori a 25 MPa a 28 giorni. La particolare composizione di Drainbeton conferisce inoltre alla miscela tempi di presa e indurimento molto rapidi. Questa caratteristica comporta il raggiungimento di elevati valori di portanza già dopo soli 2 giorni dalla stesa, in modo da consentire in tempi brevissimi l’apertura della strada al traffico veicolare, nonché l’accesso ai mezzi di cantiere per eventuali ulteriori lavorazioni. Anche i valori di aderenza superficiale, misurati mediante prova di attrito radente con British Pendulum, si dimostrano conformi alle esigenze stradali, con valori medi tra 75 e 80.

Ghiaccio e gelività
La matrice aperta di Drainbeton, oltre a conferire considerevoli capacità drenanti, elimina anche il problema del rischio di gelività. Infatti, nell’ipotesi che non tutta l’acqua permeata venga completamente smaltita dall’intera pavimentazione, la presenza di vuoti interconnessi consente comunque all’eventuale ghiaccio di trovare libero sfogo nel materiale, senza generare tensioni interne. Inoltre, la stessa porosità dello strato garantisce anche il continuo ricircolo d’aria, che contribuisce ad accelerare il processo di scioglimento di neve e ghiaccio dalla superficie della pavimentazione durante i periodi invernali, riducendo in tal modo gli interventi dei mezzi antigelo. L’eventuale utilizzo di sali disgelanti è totalmente compatibile con Drainbeton, trattandosi di conglomerato cementizio non reagente con tali sostanze e non contenente elementi metallici di armatura.

Altre proprietà
Drainbeton può essere utilizzato in colorazione naturale, oppure pigmentato in qualunque tonalità cromatica. La colorazione viene conferita al materiale mediante l’introduzione di pigmenti nella miscela: il risultato cromatico risulta quindi omogeneo e duraturo nel tempo, interessando il conglomerato per l’intero spessore e non limitatamente alla sua superficie. La colorazione, generalmente tenue, del materiale, insieme all’elevata porosità della miscela, costituiscono poi una minore fonte di assorbimento termico rispetto ai conglomerati bituminosi, consentendo anche un più rapido dissipamento del calore. Drainbeton è inoltre resistente agli idrocarburi e al fuoco, consentendone l’impiego del materiale anche in zone particolarmente a rischio di incendi o di sversamento di carburanti (es. gallerie, piazzali di parcheggio, stazioni di servizio, depositi carburanti, ecc.). La struttura a filtro di Drainbeton limita infine la necessità di interventi di trattamento delle acque meteoriche e riduce gli effetti nocivi di eventuali inquinanti.

Applicazione in pacchetto stradale drenante doppio-strato
Drainbeton può anche essere impiegato combinato ad uno strato di usura in conglomerato bituminoso drenante, per dare origine ad una pavimentazione doppio-drenante/fonoassorbente. Drainbeton può quindi sostituirsi agli strati di base e binder (normalmente “chiusi”), conferendo al pacchetto non solo doppie caratteristiche di drenabilità e fonoassorbenza, ma anche minori deformabilità e maggiori resistenze ai carichi, con incremento della vita utile della pavimentazione.

Lo strato di usura in conglomerato bituminoso drenante può essere posato sopra Drainbeton già dopo 2 giorni dalla stesa iniziale, grazie al rapido raggiungimento dei valori di portanza necessari a sopportare il transito della finitrice stradale e dei mezzi di cantiere.
Grazie a Drainbeton, il pacchetto doppio-drenante/fonoassorbente è in grado di garantire non solo maggiori capacità portanti e drenanti, ma anche minori deformabilità e maggiori resistenze ai carichi dinamici. In tal modo è possibile progettare pavimentazioni caratterizzate da una maggiore vita utile, oltre che da un numero ridotto di interventi di manutenzione, principalmente limitati allo strato di usura in conglomerato bituminoso.

Ambiti di impiego
Drainbeton può essere impiegato in tutti quegli interventi in cui si richiede la realizzazione di un’opera viaria drenante e resistente ai carichi, oltre che di semplice e rapida posa in opera. I numerosi vantaggi di tipo ambientale, nonché la possibilità di pigmentazione della miscela, rendono Drainbeton particolarmente adatto anche per opere inserite in contesti urbani o a basso impatto ambientale.

Esempi di applicazioni:
- pavimentazioni stradali drenanti (in configurazione monostrato, o combinato a uno strato di usura in conglomerato bituminoso drenante);
- piste ciclo-pedonali;
- strade secondarie e d’accesso;
- aree a utenza promiscua e “zone 30”;
- viali e strade in zone sottoposte a tutela ambientale;
- percorsi per impianti sportivi e campi da golf;
- piazzali di sosta e piazze pedonali.
 

Betonrossi Spa su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati