Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, dubbi su impianti termici e manutenzioni nelle unità immobiliari
AZIENDE

Nuovo parapetto elevabile Betafence: una soluzione per lo Stadio di Vercelli

Commenti 2544
20/11/2012 - Betafence ha dotato lo stadio Silvio Piola di Vercelli dell’innovativo sistema brevettato per gli impianti sportivi, in grado di associare sicurezza, funzionalità e, per lo spettatore, la massima visibilità di quanto avviene sul campo.

Costruito nel 1932, lo storico Stadio Silvio Piola, sorge in centro città in prossimità dei giardini pubblici di Piazza Camana a Vercelli; così nominato in memoria dell’attaccante Silvio Piola, goleador della Pro Vercelli negli anni ’30, ha una capienza di circa 17.875 posti. Dall'estate 2011 ha subito una serie di interventi di ristrutturazione a partire dal rifacimento della gradinata nord alla sostituzione del manto erboso con una superficie sintetica di ultima generazione.

Durante l'estate del 2012, a seguito della promozione al campionato di serie B, sono stati effettuati lavori di adeguamento dell’impianto per la serie cadetta: nello specifico si è intervenuti sulla curva, la biglietteria, la tribuna stampa, gli spogliatoi, la  videosorveglianza, l’illuminazione e la sistemazione dei muri perimetrali.

Tra gli interventi ha avuto luogo anche la messa in sicurezza dell’impianto per l’adeguamento alle normative vigenti. Secondo quanto rilevato  dal committente, il Comune di Vercelli, lo stadio necessitava di migliorare la visibilità del terreno da gioco dai posti a sedere e di dotarsi di recinzioni interne configurabili sia come parapetto di altezza 1,2 m che come recinzione di altezza 2,2m, per adempiere alla legislazione attuale in materia di sicurezza negli stadi (Decreto Ministeriale n. 61 del 18 Marzo 1996 e Norme UNI 10121 parte 1° e parte 2° del giugno 1992, Legge “Pisanu” 6 giugno 2005, EN 13200-3).

Per la specializzazione raggiunta nel settore e la disponibilità di soluzioni tecniche perfettamente idonee alle normative vigenti, Betafence è stata scelta per la fornitura dei prodotti per la messa in sicurezza. I lavori, effettuati in sole due settimane da Rete Plastic e Testa, posatori fiduciari Betafence, hanno previsto la rimozione della recinzione e dei cancelli esistenti e l’installazione su tre lati del campo (esclusa la curva est dove è installata dal 2011 una recinzione a norma con bavolet Betafence) di 110  parapetti elevabili e 6 cancelli ribaltabili entrambi configurabili come parapetto di altezza 1,2 m o come recinzione di altezza 2,2 m.

La peculiarità del Parapetto Elevabile Betafence è infatti quella di coniugare in un unico prodotto due funzionalità: nella modalità 1200 mm, il pannello ha la funzione di delimitare l’area di gioco, mentre quando è elevato a 2200 mm, costituisce una vera e propria recinzione di contenimento. Il meccanismo di elevazione avviene mediante lo scorrimento in verticale di una delle due sezioni che lo compongono, la mobile sulla fissa.

Betafence è in grado di realizzare soluzioni ad hoc: per adattare le recinzioni al cordolo già esistente in situ, l’azienda ha sviluppato dei parapetti elevabili di lunghezza extra standard. L’intervento ha consentito di raggiungere l’obiettivo previsto di messa a norma lo stadio, migliorando al contempo la visibilità sul campo da gioco dai posti a sedere, secondo il nuovo concept di “STADIO SENZA BARRIERE”  - che prevede l’abbattimento delle barriere tra il terreno di gioco e gli spalti - sostenuto e approvato dal Coni e dalla Uefa. Si tratta di progetto nato con il duplice obiettivo di eliminare la violenza e riportare le famiglie allo stadio.


BETAFENCE ITALIA su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui