Carrello 0
“La densità dello spettro”: mostra personale di Berger&Berger
EVENTI

“La densità dello spettro”: mostra personale di Berger&Berger

di Valentina Ieva

La Fondazione Pastificio Cerere apre le porte al duo francese dal 15 novembre

08/11/2012 - La Fondazione Pastificio Cerere di  Roma aprirà le porte dal prossimo 15 novembre alla prima mostra personale in Italia del duo francese Berger&Berger, intitolata “La densità dello spettro”. L’esposizione, dedicata alla riflessione sulla matericità del colore, comprende quattro installazioni site specific, che rileggono gli spazi della Fondazione. Curata da Marcello Smarrelli l'iniziativa resterà aperta al pubblico fino al prossimo 26 gennaio 2013.

L’installazione L’occhio umano propone lo spettro cromatico composto da una serie di filtri colorati, sistemati sulla superficie dell’unica apertura presente dalla quale penetrano la  luce naturale e la luce artificiale di una lampada esterna. Il risultato di sintesi delle variazioni di colore genera  in un punto e in un tempo precisi una proiezione di luce bianca.

La seconda installazione, Walls, consta di un parallelepipedo di colore bianco, al centro dello spazio, che occupa quasi interamente la sala, con l’obiettivo di portare la riflessione del visitatore sulla percezione dello spazio, nonchè su come questa è condizionata dall’architettura.

Blanc, blanc, blanc allude, invece, all’applicazione di una vernice bianca industriale con microgranuli di vetro sulle pareti del silos dell’ex Pastificio, con cui il duo francese ripropone un insolito schermo cinematografico che riflette e diffonde la luce secondo la perpendicolarità della superficie riflettente.

Mystères, infine, è costituita da dieci manifesti, caratterizzati dalla combinazione di due colori complementari ciascuno, risultato del tradizionale processo di stampa in quadricromia (detto CMYK). La finalità del progetto è quella di potenziare il rapporto tra contesto urbano e arte contemporanea.

Laurent P. Berger, artista laureato all’Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi e Cyrille Berger, architetto laureato all’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture de Paris La Vilette costituiscono nel 2006 lo studio Berger&Berger.
Chiamati nel 2009 a partecipare al concorso per la progettazione di un museo temporaneo per il Centre Pompidou di Parigi, prendono parte al programma di ricerca City Visions Europe, istituito dal Berlage Institute di Rotterdam. Nel 2010 vengono selezionati per la 12. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia dove presentano una sorta di cinema prefabbricato negli spazi dell’Arsenale.
Nel 2012 realizzano il progetto di riqualificazione in una nuova residenza per artisti dello Château del Centre International d’art et du Paysage de l’Ile de Vassivière.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Partecipa