; ;
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Efficienza energetica edifici, le associazioni ambientaliste chiedono ‘scelte coraggiose’
NORMATIVA Efficienza energetica edifici, le associazioni ambientaliste chiedono ‘scelte coraggiose’
FINANZIAMENTI

Toscana, 200 milioni per l'emergenza alluvione

di Giovanni Carbone

Presentato il piano degli interventi indifferibili ed urgenti di ripristino e messa in sicurezza

Vedi Aggiornamento del 19/11/2013
Commenti 3700
26/11/2012 - 200 milioni di euro per le somme urgenze e per gli interventi di primo ripristino e di riduzione della pericolosità idraulica nelle zone colpite dalla recente alluvione: questa è la sintesi del programma con cui la Regione Toscana s’impegna a fronteggiare l’emergenza territoriale e abitativa.

100 milioni di euro provengono da una proposta di legge regionale di variazione del bilancio che il Consiglio regionale ha approvato il 20 novembre scorso; altri 100 milioni da prestiti agevolati per mezzo di un patto con gli istituti di credito e le Camere di commercio.

Durante il finesettimana, il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha presentato il dettaglio degli interventi di ricostruzione e messa in sicurezza dei territori colpiti dall’alluvione, poi ha illustrato la ripartizione, tra gli Enti locali interessati, delle risorse stanziate:
 
- Provincia di Grosseto, interventi per 52.300.000 di euro
- Provincia di Massa e Carrara, interventi per 24.180.000 di euro;
- Provincia di Siena, interventi per 8.000.000 di euro;
- Provincia di Lucca, interventi per 5.310.000 di euro.
 
Assegnati, infine, 9.000.000 di euro alle Province di Arezzo, Pisa e Pistoia.

“E’ necessaria un’azione immediata non solo per sanare le gravi ferite delle recenti ondate alluvionali ma anche per scongiurare, nell’immediato futuro, ulteriori rischi”, ha spiegato il Presidente Rossi.

“Per questo – ha aggiunto – tutti i progetti presentati dovranno essere approvati entro la fine del mese e cantierati nel giro delle due settimane successive. Solo con un’azione urgente, incisiva e capillare possiamo far fronte all’emergenza che ha colpito duramente la nostra regione, ferendo tragicamente soprattutto la provincia di Grosseto e, purtroppo, colpendo duramente ancora una volta la provincia di Massa-Carrara. Vogliamo fare presto e bene”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Liguria, quali scenari si aprono per architetture e cantieri? Partecipa