Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Catasto e esenzione Irap, in sospeso le misure di riforma

di Paola Mammarella

Delega Fiscale rinviata in Commissione Finanze, a rischio norme antievasione e sui prodotti energetici

Vedi Aggiornamento del 19/02/2014
Commenti 4551
29/11/2012 – Rinviato in Commissione Finanze il ddl sulla delega fiscale. Mentre ci si aspettava il voto di fiducia da parte del Senato, rallenta l’iter della riforma, che sarà sottoposta a nuovi esami.
 
Revisione del Catasto, esenzione dall’Irap per i professionisti, lotta all’evasione fiscale e accise sui prodotti energetici sono alcune delle misure che restano in sospeso nell’attesa di una nuova pronuncia della Commissione Finanze.
 
Riforma del Catasto
Le disposizioni contenute nel ddl delega mirano a correggere il sistema di quantificazione delle rendite, da allineare ai valori di mercato, e a risolvere le distorsioni verificatesi dopo l’introduzione della disciplina sull’Imu, che ha rivalutato tutti i coefficienti creando una discrepanza tra l’imposta pagata, l’effettivo valore dell’immobile e le condizioni economiche del nucleo familiare.

La revisione generale non dovrà comportare un aumento dell’Imu. L’aumento della base imponibile, eventualmente ottenuto con l’incremento della rendita, sarà compensato dalla riduzione delle aliquote.
 
Esenzione Irap
Dopo l’approvazione del ddl stabilità, che dovrebbe confermare il fondo per l’esenzione di professionisti e piccoli imprenditori dall’Irap a partire dal 2014, il ddl delega dovrebbe demandare al Governo la definizione dei soggetti che possono beneficiare dell’agevolazione.
 
Ricordiamo infatti che l’esenzione vale per professionisti e piccoli imprenditori che operano secondo una autonoma organizzazione, cioè senza avvalersi di collaboratori e utilizzando una quantità limitata di beni strumentali.
 
Per rendere la misura operativa è quindi necessario che un decreto ministeriale specifichi cosa si intenda per autonoma organizzazione, ma soprattutto entro quali limiti si possa ritenere che il professionista si avvale di limitati beni strumentali. In determinate professioni, infatti, strumenti molto complessi e costosi possono rappresentare la dotazione minima per lo svolgimento della propria attività.
 
Contrasto di interessi
In attesa anche le disposizioni anti evasioni fiscale, che prevedono la detraibilità di scontrini, ricevute e fatture per favorire l’emersione del nero, che a volte rappresenta una difficoltà in settori come la manutenzione degli immobili e i piccoli interventi connessi al settore edile.

Nuova fiscalità per prodotti energetici
Resta infine in sospeso la revisione delle accise sui prodotti energetici in funzione del contenuto di carbonio, così come previsto dalle modifiche alla Direttiva 2003/96/CE. Una riforma in base alla quale dopo aver incamerato risorse, derivanti dalle tasse sui prodotti energetici fossili, potrebbero essere predisposte nuove forme di incentivazione per l'efficienza energetica e la diffusione delle rinnovabili.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui