Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Professionisti, nuovi aiuti a fondo perduto in arrivo
PROFESSIONE Professionisti, nuovi aiuti a fondo perduto in arrivo
PROFESSIONE

Progettazione, fino a 40mila euro ok all'affidamento diretto

di Paola Mammarella

Procedure selettive, autocertificazione del Durc e rinnovo delle attestazioni Soa, spiegazioni nella circolare del Ministero Infrastrutture

Vedi Aggiornamento del 18/07/2013
Commenti 12661
15/11/2012 – Si chiariscono le norme su affidamento dei servizi di progettazione e criteri di valutazione delle offerte. Con la circolare 4536/2012 il Ministero delle Infrastrutture crea un raccordo tra le disposizioni legislative esistenti, che semplificano l’applicazione del Codice Appalti e del Regolamento di attuazione.
 
Servizi di ingegneria e architettura
Gli affidamenti diretti in economia sono consentiti per importi fino a 40 mila euro. Il DL 70/2011 ha infatti innalzato la soglia dei 20 mila euro inizialmente prevista dal Codice Appalti, ma non ha allo stesso tempo modificato il Regolamento attuativo, che era invece rimasto fermo al limite dei 20 mila euro.
Come spiegato dalla circolare, infatti, la norma di rango primario, cioè il Codice Appalti, prevale sul regolamento.
 
L’obbligo di ricorrere al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa vige solo per le gare di importo pari o superiore a 100 mila euro.
 
In presenza di importi fino a 100 mila euro, si può invece scegliere liberamente tra il criterio del prezzo più basso e quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
 
La circolare chiarisce inoltre che la possibilità di ricorrere alla “forcella”, reintrodotta dal DL 70/2011,  vale nelle procedure negoziate con pubblicazione di un bando di gara, nel dialogo competitivo e nelle procedure ristrette, che sembravano invece escluse dal Regolamento attuativo.
La “forcella” consiste nella possibilità, data alle Stazioni Appaltanti, di limitare il numero di candidati invitati a presentare l’offerta in caso di opere di particolare difficoltà. Il numero dei soggetti da invitare è stabilito dal Regolamento attuativo, ma può anche essere deciso dalla Stazione Appaltante, a patto che siano rispettati i criteri dell’oggettività e della proporzionalità.
 
Durc
Nei contratti di forniture e servizi fino a 20 mila euro, fermo restando l'obbligo di controllo a campione dell'amministrazione, è ammessa l’autocertificazione della regolarità contributiva sia per l’affidamento che per la stipula del contatto.
 
Attestazione Soa
La circolare spiega che l'impresa in attesa del rinnovo dell'attestazione Soa può partecipare alle gare d’appalto solo nel caso in cui abbia stipulato un apposito contratto con la Soa prima della scadenza del certificato triennale.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
LDA studio

Mi sembra che la qualità del progetto di architettura e del valore del territorio ne risentiranno negativamente. Impariamo dai paesi europei: meno incarichi "fiduciari", più concorsi per l'architettura! Se non ci adeguiamo perderemo il treno per costruire anche da questo una vera Europa.

thumb profile
Emanuele

Bravi così le stazioni appaltanti incaricheranno sempre e solo i tecnici indicati dalla politica....


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Partecipa