Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Liguria, il regolamento per gli Edifici a Energia Quasi Zero

di Rossella Calabrese
Commenti 6644

Disciplinati la redazione e il rilascio dell’attestato di prestazione energetica

Vedi Aggiornamento del 23/05/2013
Commenti 6644
28/11/2012 - È stato pubblicato sul Bollettino regionale della Liguria il Regolamento 6 del 13 novembre 2012 che definisce i criteri per il contenimento dei consumi di energia degli edifici, la metodologia di calcolo della prestazione energetica, i requisiti minimi e le le modalità per la redazione e il rilascio dell’attestato di prestazione energetica.
 
Il Regolamento attua l’articolo 29 della Lr 22/2007 in materia di energia, come modificata dalla Lr 23/2012 per recepire la Direttiva 2010/31/Ue relativa alla prestazione energetica nell’edilizia.
 
Con la legge 23/2012 la Liguria ha ribadito che la progettazione e la realizzazione degli edifici di nuova costruzione e delle opere di ristrutturazione e demolizione di edifici esistenti devono contenere i consumi di energia, e ha rinviato ad un apposito regolamento la determinazione dei requisiti minimi di prestazione energetica (leggi tutto).
 
Il Regolamento è proprio quello appena pubblicato e definisce:
- i criteri per il contenimento dei consumi di energia;
- la metodologia di calcolo della prestazione energetica degli edifici;
- i requisiti minimi e le prescrizioni specifiche per gli edifici o le unità immobiliari, anche con riferimento all’uso di fonti rinnovabili;
- i criteri e le modalità per la redazione e il rilascio dell’attestato;
- le modalità per il versamento del contributo;
- le modalità di svolgimento delle verifiche a campione;
- ulteriori casi di ristrutturazione parziale dell’edificio;
- ulteriori casi di esonero dall’obbligo dell’attestato.
 
Per il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, si dovrà fare riferimento principalmente alle norme UNI/TS 11300-1 e UNI/TS 11300-2 e ss.mm.ii, considerando l’eventuale presenza di sistemi di produzione di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili.
 
Per la valutazione degli indicatori prestazionali è possibile utilizzare il software messo a disposizione dalla Regione Liguria o un altro software, sviluppato nel rispetto delle metodologie di calcolo definite nel Regolamento, che sia in grado di trasferire i dati in formato XML secondo le specifiche pubblicate sul sito della Regione Liguria.
 
Sulla base dell’indice di prestazione energetica, gli edifici saranno classificati dalla lettera A alla lettera G (da A+ a G per l’involucro).
 
Il Regolamento disciplina la redazione e il rilascio dell’attestato di prestazione energetica - il documento che contiene le informazioni tecniche relative al sistema edificio-impianto e fornisce all’utente le informazioni sulla qualità energetica dell’edificio nel suo complesso e nei singoli componenti - e il pagamento del relativo contributo.
 
Il nuovo Regolamento abroga il precedente regolamento regionale 1 del 22 gennaio 2009.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Manovra 2020, Decreto Clima, Bonus casa. Quali sono le misure più urgenti? Leggi i risultati