Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
RISTRUTTURAZIONE Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
APPALTI

L’Authority mette online gli appalti pubblici

di Rossella Calabrese

In un portale tutte le gare pubblicate da gennaio 2011 ad oggi

Vedi Aggiornamento del 21/03/2014
Commenti 6600
20/12/2012 - Un portale con i dati relativi a a tutti gli appalti pubblici pubblicati in Italia a partire dal 1° gennaio 2011. Lo ha messo online l’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici all’indirizzo http://portaletrasparenza.avcp.it.
 
È possibile ricercare le informazioni sugli appalti attraverso l’oggetto del bando, i dati della stazione appaltante e quelli dell’aggiudicatario, oppure con un ricerca avanzata per tipologia, settore e luogo, o per CIG (codice identificativo di gara).
 
Il sistema - spiega l’Authority - è in evoluzione: dai primi mesi del 2013 sarà possibile scaricare i bandi di gara in formato pdf e sarà disponibile la versione per “mobile” e “smartphone”. Seguiranno ulteriori aggiornamenti coerenti con le evoluzioni normative e finalizzati ad integrare le informazioni pubblicate per migliorare il servizio fornito.
 
Già da subito, oltre alla consultazione dei dati, gli utenti hanno la possibilità di inviare via email all’Autorità, attraverso l’apposito link “Invia Commento” presente all’interno della “Scheda Gara”, segnalazioni di incongruenza nei dati pubblicati. Tali segnalazioni saranno opportunamente verificate consentendo di attivare i necessari processi di modifica dei dati per migliorarne la qualità.
 
Il nuovo portale attua l’articolo 8, comma 1, del decreto sulla Spending Review (DL 52/2012), finalizzato a garantire la trasparenza degli appalti pubblici, che attribuisce all’Osservatorio dei contratti pubblici il compito di pubblicare online le informazioni comunicate dalle stazioni appaltanti ai sensi dell’articolo 7, comma 8, lettere a) e b), del Codice Appalti (Dlgs 163/2006).
 
 
Ricordiamo che da gennaio 2013 sarà operativa la Banca dati nazionale degli appalti pubblici, che consentirà il controllo telematico dei requisiti delle imprese che intendono partecipare alle gare (leggi tutto).

 
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui