Carrello 0
NORMATIVA

Approvata la legge di stabilità, dal 2014 professionisti esenti da Irap

di Paola Mammarella

Confermata l’Imu ai Comuni e la proroga del quarto Conto Energia per le PA, bocciata la detrazione del 50% per l’acquisto di arredi

Vedi Aggiornamento del 17/10/2013
21/12/2012 – Approvata in via definitiva la legge di stabilità per il 2013. Dopo il via libera incassato ieri in Senato, con 373 voti favorevoli, 67 contrari e 15 astenuti la Camera ha votato la fiducia sul provvedimento, che sarà ora pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
 
Confermati l’esenzione Irap per i professionisti, il passaggio dell’Imu ai Comuni, la proroga del quarto Conto Energia per gli impianti fotovoltaici pubblici e lo slittamento delle verifiche sismiche su edifici strategici e dighe. Si è invece arenata la proposta di estendere le detrazioni fiscali all’acquisto di arredi.
 
Esenzione Irap per i professionisti
La legge di stabilità prevede dal 2014 l’istituzione di un fondo, utile ad escludere dal versamento dell’Irap i professionisti che non si avvalgono di lavoratori dipendenti o assimilati e che impiegano, anche in locazione, beni strumentali di modesta entità, il cui ammontare sarà determinato da un decreto del Ministero dell'economia.
La dotazione annua del fondo sarà di 188 milioni di euro per il 2014, 252 milioni per il 2015 e 242 milioni a decorrere dal 2016.
Le risorse da destinare al fondo sono state tagliate rispetto alla versione iniziale. Secondo il testo approvato in prima lettura dalla Camera, dovevano infatti confluire nel fondo 248 milioni di euro nel 2014 e di 292 milioni a decorrere dal 2015.
 
Imu ai Comuni
Il gettito derivante dall’Imu sarà incassato interamente dai Comuni. Non dovendo più dividere le risorse con lo Stato, i sindaci avranno un maggiore margine d’azione sulle aliquote e la possibilità di ridurre l’imposta.
 
Fanno eccezione gli edifici ad uso produttivo, classificati nel gruppo catastale D. Per i capannoni industriali, il gettito viene riscosso interamente dallo Stato e l’aliquota è fissata al 7,6 per mille. Ai Comuni è data comunque la possibilità di aumentarla fino al 3 per mille, facendo temere un maggiore carico fiscale sulle imprese, già gravate dalla crisi.
 
Fotovoltaico nelle PA
Gli impianti fotovoltaici realizzati su edifici pubblici e su aree delle amministrazioni pubbliche possono continuare ad usufruire degli incentivi del Quarto Conto Energia se l’autorizzazione è stata richiesta e ottenuta entro il 31 marzo 2013. Per consentire l’allaccio alla rete degli impianti sottoposti alle procedure di valutazione di impatto ambientale, che hanno ottenuto l’autorizzazione dopo il 31 marzo 2013, il termine per l’entrata in esercizio è prorogato al 30 ottobre 2013.
 
Verifiche antisismiche sugli edifici strategici
Slitta al 31 marzo 2013 il termine entro cui effettuare le verifiche antisismiche sugli edifici di interesse strategico e sulle opere infrastrutturali che durante gli eventi sismici possono rivelarsi fondamentali per le attività di protezione civile. Lo stesso termine è inoltre previsto per le verifiche sismiche e idrauliche sulle dighe di ritenuta.

Infrastrutture
Per il finanziamento di studi, progetti, attività, lavori preliminari e definitivi della linea ferroviaria Torino-Lione è autorizzata la spesa di 60 milioni di euro per l'anno 2013, 100 milioni per l'anno 2014, 680 milioni per l’anno 2015 e 150 milioni per ciascuno degli anni dal 2016 al 2029.
 
Al miglioramento della viabilità e dei trasporti della Strada Tirreno-adriatica, la legge di stabilità destina 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015.
 
Il proseguimento dei lavori per la realizzazione del MOSE potrà contare su 45 milioni di euro per il 2013, 400 milioni per il 2014, 305 milioni per il 2015 e 400 milioni per il 2016.
 
Dissesto idrogeologico
Per la soluzione del dissesto idrogeologico in Abruzzo è concesso un contributo straordinario di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2013 e 2014.
 
La legge prevede inoltre un aumento di fondi per il fondo di protezione civile a favore delle ultime alluvioni. Le risorse nel 2013 passano da 40 a 47 milioni di euro. Sono inoltre stanziati 8 milioni per il 2014 e di 50 milioni per il 2015.
 
Detrazioni fiscali sugli arredi
Bocciata la proposta di estendere la detrazione del 50% all’acquisto, montaggio e installazione di mobili negli edifici oggetto di ristrutturazione. La decisione ha suscitato la delusione degli operatori del settore. FederlegnoArredo ha sottolineato che l’agevolazione non avrebbe implicato oneri a carico dello Stato, ma avrebbe contribuito a salvare un settore in forte crisi.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati