Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
URBANISTICA

Piano Città, i 28 Comuni vincitori attiveranno lavori per 4,4 miliardi

di Paola Mammarella

Tra i progetti selezionati Piazza d'Armi a L'Aquila, Mercato Navile a Bologna, zona Bovisa a Milano e il nuovo Auditorium di Firenze

Vedi Aggiornamento del 04/09/2017
Commenti 34002
18/01/2013 – Al via il Piano Città per la riqualificazione delle aree urbane degradate. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha svelato i nomi dei 28 Comuni in cui si realizzeranno progetti per 4,4 miliardi di euro di fondi sia pubblici che privati.

Tra i progetti selezionati spiccano Piazza d'Armi a L'Aquila, Mercato Navile a Bologna, il completamento del nuovo Auditorium di Firenze e la riqualificazione di una zona centrale della città di Bari.
 
Le iniziative usufruiranno di un cofinanziamento nazionale pari a 318 milioni di euro che per 224 milioni deriva dal Fondo Piano Città, istituito dal DL Sviluppo 83/2012, e per 94 milioni dal Piano Azione Coesione per le Zone Franche Urbane. Secondo le stime del Ministero, i progetti attiveranno altri investimenti per un totale di 4,4 miliardi.

Ecco i Comuni che potranno dare il via libera ai progetti di riqualificazione urbana:

- Ancona: nell’area portuale riqualificazione del quartiere Guasco San Pietro, Archi Stazione e della “Mole Vanvitelliana” (valore progetto: 66,4 mln, contributo: 8,8 mln)
- Bari: superamento dell’isolamento di alcuni quartieri con una maggiore dotazione infrastrutturale, riqualificazione del lungomare ovest e via Sparano (valore progetto: 215,8 mln, contributo: 8,2 mln)
- Bologna: nel quartiere Bolognina, che comprende il Mercato Navile, aumento degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e privata, recupero edifici in disuso e realizzazione di scuole, spazi verdi e percorsi ciclopedonali (valore progetto: 83,2 mln, contributo: 10,2 mln)
- Catania: riqualificazione ed efficientamento dei trasporti nel quartiere Librino, social housing (valore progetto: 73,7 mln, contributo: 13 mln)
- Cagliari: riqualificazione del quartiere S. Elia, valorizzazione del fronte mare, realizzazione del padiglione "Nervi” e recupero del Borgo Vecchio (valore progetto: 111,1 mln, contributo: 11 mln)
- Eboli: riqualificazione dei quartieri Molinello e Pescara, costruzione di 6 alloggi di edilizia residenziale pubblica, (valore progetto: 122,6 mln, contributo: 5,2 mln)
- Erice: incremento dell’offerta ricettiva al margine di Erice Casa Santa (valore progetto: 64,9 mln, contributo: 7 mln)
- Firenze: valorizzazione del Parco delle Cascine, ex stazione ferroviaria Leopolda e ex manifattura Tabacchi con completamento del nuovo Teatro dell'Opera e interventi di edilizia convenzionata (valore progetto: 467 mln, contributo: 14,7 mln)
- Foligno: riqualificazione della zona nord al di là del fiume Topino con realizzazione di housing sociale, strutture sanitarie, teatri e giardini (valore progetto: 90,3 mln, contributo: 6,6 mln)
- Genova: risanamento idrogeologico con la messa in sicurezza dell’affluente Rio Fereggiano attraverso la realizzazione di un canale colmatore, (valore progetto: 221 mln, contributo 25 mln)
- L’Aquila: trasformazione dell'area Piazza d’Armi, con la realizzazione di un parco urbano, auditorium, parcheggi interrati e impianti sportivi, valore progetto: 37,1 mln, contributo 15 mln)
- Lamezia Terme: completamento di dieci edifici di edilizia sociale nel quartiere Savutano, sistemazione delle aree esterne e riqualificazione energetica (valore progetto: 51,9 mln, contributo: 30 mln)
- Lecce: Città dell’arte e della musica di A. Siza, riqualificazione della stazione ferroviaria e valorizzazione delle mura (valore progetto: 134,9 mln, contributo: 8,3 mln)
- Matera: riqualificazione del Borgo La Martella, realizzazione di housing sociale, car e bike sharing, teatro biblioteca, centro anziani, parco urbano, completamento viabilità e messa in sicurezza degli edifici scolastici (valore progetto: 17,3 mln, contributo: 8,9 mln)
- Milano: riqualificazione e bonifica ambientale dell'area Bovisa Gasometri, (valore progetto: 68,6 mln, contributo: 5 mln)
- Napoli: recupero di edifici di archeologia industriale ex Corradini a San Giovanni a Teduccio (valore progetto: 21,5 mln, contributo: 20 mln)
- Pavia: riqualificazione del monastero di Santa Clara e realizzazione di biblioteca multimediale, otto residenze e attività commerciali (valore del progetto: 16,5 mln, contributo: 7,2 mln)
- Pieve Emanuele: interconnessione degli spazi urbani e sostituzione edilizia degli edifici nelle aree degradate, (valore progetto: 13,7 mln, contributo: 7,5 mln)
- Potenza: valorizzazione del quartiere Bucaletto con housing sociale, verde urbano e attrezzature (valore progetto: 50,6 mln, contributo: 12,3 mln)
- Reggio Emilia: riqualificazione del capannone 18 nell’area delle ex officine meccaniche reggiane con l’inserimento di centri di ricerca applicata e trasformazione di Piazzale Europa nel parco della conoscenza, innovazione e creatività (valore progetto: 39,7 mln, contributo: 11 mln)
- Rimini: ripristino della fascia costiera e recupero della colonia marina “A. Murri” (valore del progetto: 225,3 mln, contributo 7,5 mln)
- Roma: nel quartiere Pietralata realizzazione di interventi di housing sociale, servizi per disabili, piste ciclabili, riqualificazione scuole, parcheggi (valore progetto: 113 mln, contributo: 12,9 mln)
- Settimo Torinese: Laguna Verde, con l'integrazione di parco e area metropolitana, valore del progetto: 305 mln, contributo: 5,8 mln)
- Taranto: riqualificazione urbana del quartiere Tamburi, interessato da un elevato tasso di inquinamento per la vicinanza dell’Ilva (valore progetto: 68,9 mln, contributo: 24 mln)
- Torino: Valorizzazione del quartiere Falchera con realizzazione di nuovi alloggi, infrastrutture e riqualificazione energetica degli edifici, valore progetto: 252,8 mln, contributo: 11 mln)
- Trieste: Riqualificazione della periferia col recupero di due ex caserme, Duca delle Puglie e Beleno, e trasformazione in polo culturale, valore progetto: 10,8 mln, contributo: 4 mln)
- Venezia: riqualificazione del complesso Vaschette a Marghera e del centro storico di Mestre, valore progetto: 563,8 mln, contributo: 9,8 mln)
- Verona: riqualificazione del patrimonio Erp e realizzazione di edifici da destinare ad edilizia sociale, miglioramento delle infrastrutture e dei trasporti, valore progetto 864,6 mln, contributo: 7,9 mln)
 
La scelta dei progetti vincitori, che si è basata sulla veloce cantierabilità degli interventi e sulla loro capacità di generare un maggior volume di investimenti, ha visto protagonista la Cabina di regia nella selezione di 457 proposte di intervento edilizio e urbanistico. L’ente, istituito dal DM 3 agosto 2012 sulla base di quanto previsto nel DL Sviluppo, ha coinvolto esponenti dei ministeri interessati, Conferenza delle Regioni, Anci, Agenzia del Demanio e Cassa Depositi e Prestiti.
 
Ma non solo, perché la Cabina di regia ha consentito l’integrazione di più programmi e finanziamenti, come il FIA, Fondo Investimenti per l’Abitare di Cassa Depositi e Prestiti, che metterà a disposizione 1,5 miliardi, i fondi per l’edilizia scolastica e l’efficientamento energetico, ma anche le risorse per l’edilizia delle forze armate.
 
Oltre ai progetti vincitori, sono state ritenute ammissibili altre 24 proposte di bonifica ambientale ed efficientamento energetico per le quali una seconda selezione metterà a disposizione risorse del Ministero dell’Ambiente.

Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera ha affermato che sono stati rispettati i tempi prefissati e che nei prossimi giorni saranno attivati i contratti necessari con i comuni per aprire al più presto i cantieri.
 
Secondo il presidente della cabina di regia del piano città, Domenico Crocco, sono stati premiati i progetti che propongono soluzioni per città che hanno subito forti disagi. A Taranto, "una vasta area verde urbana aiuterà ad assorbire l’inquinamento della vicina Ilva; a L’Aquila sorgerà un parco urbano con auditorium, impianti sportivi, parcheggi interrati. A Genova, sarà avviato il risanamento del territorio urbano della Val Bisagno, che presenta criticità idrogeologiche, carenze infrastrutturali, fenomeni di emergenza abitativa”.  
 
Soddisfatto anche il presidente dell’Anci, Graziano Delrio, che oltre a giudicare in modo positivo il modello di concertazione utilizzato, ha affermato che i progetti raccolti potranno essere sfruttati per attingere a fondi europei.

Foto: © modostudio


Per tutti gli aggiornamenti consulta le pagine Facebook e Twitter di Edilportale

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Dino Costantino

Il resto delle somme per completare i progetti,chi le metterà?


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa